Antonino Di Maio
Antonino Di Maio
Cronaca

Procuratore di Trani: il Consiglio di Stato dà ragione a Nitti ma Di Maio per ora resta al secondo piano di piazza Duomo

Con la sentenza di oggi il Consiglio di Stato sconfessa nuovamente il Consiglio superiore della Magistratura

Con la sentenza pubblicata oggi il Consiglio di Stato ha nuovamente sconfessato il Consiglio Superiore della Magistratura per la nomina di Antonino Di Maio a Procuratore della Repubblica di Trani.

Il collegio romano ha ritenuto nulla la deliberazione con la quale, il 13 febbraio scorso, il plenum del Csm aveva ribadito la nomina di Di Maio, originario di Catania, al vertice della Procura tranese, quale successore di Carlo Maria Capristo. Di Maio aveva ottenuto la maggioranza dei voti, prevalendo sul collega concorrente Renato Nitti, pubblico ministero a Bari, che si era già rivolto ai giudici amministrativi impugnando la prima decisione del Csm risalente all'aprile 2017. Nitti l'aveva impugnata al Tar che però a gennaio 2018 rigettò il suo ricorso. In secondo grado, il 3 ottobre 2018, il Consiglio di Stato aveva accolto parzialmente il ricorso del pm barese avverso la sentenza del Tar, ritenendo che il provvedimento di nomina da parte del Csm fosse affetto da un vizio di legittimità. In pratica il giudici di Palazzo Spada avevano ritenuto che Di Maio non avesse titoli sufficienti per diventare procuratore.

La questione, così, ripassò al Csm che lo scorso febbraio, a maggioranza, ritenne che i 2 candidati potessero essere considerati equivalenti. Il curriculum di Nitti "per quanto apprezzabile non può portare ad un giudizio di prevalenza" - spiegava il Plenum - perchè Di Maio poteva vantare una "esperienza più ricca" avendo lavorato in un maggior numero di uffici di Procura. Alla fine aveva pesato anche il fatto che il magistrato siciliano era più anziano di ruolo di quasi 4 anni del collega barese. A questa decisione Nitti si era opposto nuovamente ed, ora, la quinta sezione del Consiglio di Stato (in sede giurisdizionale) ha accolto il suo ricorso, dichiarando la nullità della deliberazione del CSM dello scorso 13 febbraio.

Nel secondo ricorso al Consiglio di Stato Nitti ha sostenuto, tra l'altro, che il Csm avrebbe disatteso gli indicatori richiamati nella sentenza dei giudici amministrativi dell'ottobre 2018. Dunque, la questione dovrà tornare ancora una volta al Consiglio Superiore della Magistratura. Con la sentenza di ieri il Csm ha escluso la necessità della nomina di un commissario ad acta "per la corretta esecuzione del giudicato". In attesa di una nuova decisone del Csm, Antonino Di Maio resta al vertice della Procura della Repubblica di Trani.
  • Procura di Trani
Altri contenuti a tema
Presunti illeciti nella gestione del contenzioso con Le Lampare, ascoltato in Procura Michele Capurso Presunti illeciti nella gestione del contenzioso con Le Lampare, ascoltato in Procura Michele Capurso Le dichiarazioni del responsabile dell’ufficio legale del Comune hanno ricalcato quelle rese dal sindaco
Giudici corrotti, chiesto rinvio a giudizio per 10 imputati Giudici corrotti, chiesto rinvio a giudizio per 10 imputati Si andrà davanti al gip il prossimo 11 settembre
Spaccio di droga nel centro di Andria, tra gli arrestati anche un 33enne di Trani Spaccio di droga nel centro di Andria, tra gli arrestati anche un 33enne di Trani L'operazione della Polizia di Stato a seguito di numerosi servizi di pedinamento
L'ex procuratore tranese Carlo Capristo nel registro degli indagati per abuso di ufficio L'ex procuratore tranese Carlo Capristo nel registro degli indagati per abuso di ufficio Al centro la vicenda dell'esposto anonimo sul presunto complotto contro l'Eni recapitato alle procure di Trani e Siracusa
1 Chiavi della città: dalla Procura le precisazioni sul dissequestro dei beni del sindaco Chiavi della città: dalla Procura le precisazioni sul dissequestro dei beni del sindaco Il procuratore Di Maio: «Il Tribunale non ha accolto l’istanza dell’indagato»
Chiavi della città, Cosmo Giancaspro resta in carcere Chiavi della città, Cosmo Giancaspro resta in carcere Rigettata l'istanza di revoca presentata dalla difesa. Ancora ai domiciliari gli altri quattro
Antonino Di Maio riconfermato alla guida della Procura di Trani Antonino Di Maio riconfermato alla guida della Procura di Trani Eletto dalla maggioranza del Csm, batte il suo rivale Renato Nitti
2 Inchiesta su magistrati corrotti, spuntano nuove ipotesi di reato Inchiesta su magistrati corrotti, spuntano nuove ipotesi di reato Sale a più di venti il numero di persone iscritte nel fascicolo degli indagati
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.