Carabinieri Procura
Carabinieri Procura
Cronaca

Rapine ai tir nel nord-barese, sei arresti dei Carabinieri

Sgominata un'importante organizzazione criminale: Trani base logistica

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Sono sei le persone già identificate e tratte in arresto, ma tante altre ce ne sono ancora coinvolte ed in fase di riconoscimento. In ogni caso il colpo alla malavita organizzata messa a segno dai Carabinieri oggi è di quelli che sicuramente destabilizzano l'ambiente. È stata infatti sgominata una delle organizzazioni più grosse e meglio organizzate sull'intero territorio nazionale, l'operazione "Truck Stop" è una di quelle che come ha detto il Procuratore della Repubblica di Trani, Carlo Maria Capristo testimonia il fatto che «se qualcuno pensa di poter riportare questo circondario agli anni '90 ha fatto male i suoi conti».

Cinque dei sei arrestati sono di origine andriese e si tratta di Edmondo Cavisi nato ad Andria il 20 marzo 1955 e residente a Trani ma di fatto irreperibile, Nicola Sgaramella detto "z'ngridd", nato ad Andria il 19 gennaio 1976, Giuseppe Quacquarelli nato ad Andria il 20 settembre 1986, Francesco Scarcelli detto "c'tign" o "c'till" nato ad Andria il 29 aprile 1985, Riccardo Sgaramella nato ad Andria il 3 ottobre 1977, l'ultimo invece, Cosimo Damiano Iodice, è nato a Barletta il 18 dicembre 1966 e lì risiede. Tra le loro basi logistiche Trani era uno dei punti di riferimento.

La banda, che operava con equipaggiamento e tecniche militari, disponeva di armi e auto super veloci che erano state dotate di una blindatura in d'acciaio per resistere ad eventuali conflitti a fuoco con le forze dell'ordine. I mezzi pesanti venivano affiancati dal commando su autostrade e strade statali del nord barese e costretti ad accostare sotto la minaccia della armi, l'autista veniva sequestrato e spesso picchiato per poi essere rilasciato in aperta campagna, mentre i tir scomparivano nel nulla con il loro prezioso carico. Scoperta anche la base operativa della banda in un insospettabile condominio, dove venivano nascoste le auto con targa di copertura, con le quali venivano fatte le rapine, tra queste una potentissima Audi S4 rapinata ad un coppia di coniugi milanesi venuti in vacanza in Puglia.

Vittime erano indiscriminatamente i tir, dal quelli carichi di gasolio, a quelli che trasportavano olio alimentare, mandorle, pesce surgelato. Le indagini hanno permesso di recuperare diversi mezzi pesanti rapinati, rinvenuti in un deposito della banda nelle campagne di Trani. Per tutti l'accusa è associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine a mano armata con sequestro di persone, ricettazione e riciclaggio. Questa mattina, nell'ambito della stessa operazione, sono state sequestrate anche due tonnellate di marijuana.

Vivo apprezzamento per l'operazione è stato espresso dal Prefetto di Barletta-Andria-Trani, Clara Minerva: «Tale risultato conferma l'efficacia dell'azione investigativa condotta dalla Magistratura e dalle Forze dell'Ordine, finalizzata a riportare e garantire serenità e tranquillità nell'opinione pubblica e tra gli operatori del settore in ordine a questo allarmante fenomeno che ha creato danni anche all'economia locale».
12 fotoOperazione "truck stop": conferenza in Procura
Operazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in ProcuraOperazione Truck Stop: conferenza in Procura
Carico il lettore video...
In coda all'articolo, oltre alle foto della conferenza stampa in Procura, una delle intercettazioni ambientali fornito dai Carabinieri: nella registrazione si possono distinguere oltre alle grida dei sequestrati e dei sequestratori anche i rumori delle armi utilizzati per intimorire gli autisti.
  • Carabinieri
  • Arresto
  • Procura di Trani
  • Rapina
Altri contenuti a tema
Aggredito per futili motivi da un gruppo di ragazzi, ferito un 54enne tranese Aggredito per futili motivi da un gruppo di ragazzi, ferito un 54enne tranese L’episodio ieri sera nei pressi dell’area La Pietra. Indagano le forze dell’ordine
Via Umberto, litigio tra due residenti degenera in una rissa Via Umberto, litigio tra due residenti degenera in una rissa Sul posto 118, Polizia di Stato e Carabinieri
1 Precipita sugli scogli oltre la zona delle Matinelle, ferito un bambino di 12 anni Precipita sugli scogli oltre la zona delle Matinelle, ferito un bambino di 12 anni Le indagini dei Carabinieri mettono in luce la pericolosità del luogo
Aggressione del 16enne tranese a Bisceglie, il responsabile non è un pugile professionista Aggressione del 16enne tranese a Bisceglie, il responsabile non è un pugile professionista La rettifica della Federazione pugilistica italiana di Puglia e Basilicata
9 Nessuna rissa, il 16enne tranese aggredito per una resa dei conti Nessuna rissa, il 16enne tranese aggredito per una resa dei conti Colpito con calci e pugni per vendicare una discussione avvenuto un anno prima
3 Musica e assembramenti in piazza Longobardi: intervengono le forze dell'ordine Musica e assembramenti in piazza Longobardi: intervengono le forze dell'ordine Carabinieri, Polizia locale e di Stato allontanano più di 100 persone
Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Il bilancio del comandante provinciale dell'Arma: «Controllate 89mila persone». Sul futuro: «Terremo alta l'attenzione sull'usura»
A caccia di oro in un appartamento di via Istria: ladro in fuga a mani vuote A caccia di oro in un appartamento di via Istria: ladro in fuga a mani vuote Perde la refurtiva per scappare. Indagano i carabinieri
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.