Monitor

Hanno battuto un colpo

L'editoriale di Giovanni Ronco

Se qualche settimana fa avevamo rilevato nell'opposizione tranese una certa "rilassatezza", una reattività poco proporzionata alla nuova foga della maggioranza (vedi ad esempio approvazione bilancio in cinque minuti, come quei noti piatti pronti della Findus), ora forse, con un pizzico di presunzione possiamo dire che quell'appello a darsi una mossa, è servito a far prendere qualche iniziativa degna d'una opposizione che porti un tale nome e che realmente ricopra, insieme a noi delle stampa, un ruolo di controllo sugli amministratori neocazzuti (per via dei numeri riguadagnati ultimamente).

E che controllo, stavolta. Ci è giunta notizia che nei giorni scorsi una folta delegazione di consiglieri comunali dell'opposizione si è presentata nelle sedi delle locali aziende municipalizzate (Amet e Amiu), per rilevare e controllare atti, documenti, "tagli, ritagli e frattaglie" (come recitava un vecchio programma di Renzo Arbore) relativi alle decisioni e ai criteri seguiti in fatto di programmazione, assunzioni, consulenze, bilanci, stipendi degli ultimi tempi.

Certo che negli ultimi mesi le polemiche su Amet e Amiu non sono mancate e spesso l'opposizione aveva accusato il governo cittadino di averla tenuta all'oscuro e di non aver sufficientemente informato la città ( e ti credo, senza uno straccio di ufficio stampa…n.d.a.) delle "mosse" riguardanti le due municipalizzate e tutto il corredo di realtà annesse (vedi Amet Special Enterprises…azz'). Ora dalla lettura degli atti verrà fuori qualcosa d'interessante? Si profila un'opposizione che vuole sollevare dei casi (come Zeman con la Juve, per poi arrivare a scoperchiare qualche pentolaccia bruciacchiata, secondo le intenzioni degli 007 del centro-sinistra). Aspettiamo e vediamo cosa verrà fuori da queste letture pre-ferragostiane dei documenti di Amet e Amiu. Finalmente dunque un'azione coordinata, un'iniziativa di questa opposizione, che non sia il solito manifestino o il solito comunicatiello stampa.

Indipendentemente da come finirà, hanno battuto un colpo (snobbata dalla maggioranza, la montagna è andata da Maometto, nelle sedi delle municipalizzate). Ci sarà il topolino o una valanga d'inizio estate? Questo lo sapremo nelle prossime puntate. Elementare Watson. E intanto monta la "panna" dei nomi dei candidati per le prossime elezioni amministrative. Solo su Monitor, tutto quello che gli altri non vi raccontano, di questo e molto altro ancora. 

«Martedì 20 giugno i Consiglieri comunali di centro-sinistra si sono presentati presso le sedi dell'Amet e dell'Amiu al fine di richiedere copia delle delibere dei CdA relative alle recenti assunzioni effettuate, ai criteri di programmazione delle aziende, ai compensi corrisposti, ai criteri seguiti nell'assegnazione di consulenze esterne. Dunque tutto ciò che, negli ultimi mesi, è ruotato intorno alla "vita socio – amministrativa" delle due importanti realtà cittadine. Tale iniziativa ha lo scopo di offrire alla cittadinanza un momento di "trasparenza" sull'attività della aziende in considerazione dell'assoluto silenzio e dell'assenza di informazioni che caratterizza le operazioni "criptate" poste in essere dall'amministrazione cittadina di centro-destra (vedi "società AIGS" priva di scopi e finalità a beneficio della città). A tanto aggiungasi l'assolta ritrosia del governo cittadino nel fornire chiarimenti circa i "movimenti politici" che si sono avuti nei partiti di centro-destra con gravi ripercussioni sulla vita amministrativa della nostra città e tali da determinare un'irreversibile depauperamento delle realtà aziendali in questione. Non è chiaro il modo in cui questo governo di centro – destra sta gestendo l'Amet e l'Amiu; Non si conoscono i criteri seguiti in fatto di assunzioni e compensi;Non è chiara l'impostazione programmatica delle Aziende di proprietà pubblica. Per questioni di chiarezza e trasparenza, dunque, i Consiglieri Comunali dell'Unione hanno inteso operare questo "bliz" al fine di fornire ai cittadini tranesi chiarimenti circa le recenti iniziative assunte dal governo cittadino, visti i dubbi e le perplessità circa la correttezza formale e sostanziale degli atti posti in essere.» (Franco CunaCoordinamento dell'Unione)
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.