Optional

Tra Nanni Moretti e Pinuccio

Rassegnatevi: il Sindaco Tarantini non si dimetterà nemmeno stavolta…

La nuova crisi amministrativa che sta investendo come un tir a rimorchio la maggioranza di governo e… la città, va assumendo sempre più i connotati di una commedia alla Totò e Peppino. Proprio come in quei bei film scacciapensieri in cui c'era sempre la vittima (Peppino) e il "carnefice" (Totò), pronto a sfottere e umiliare la sua spalla.

A tirarsi la giacchetta tra le sghignazzate dell'opposizione e le espressioni interdette di gran parte dell'elettorato di destra, sono ritornati i boys di Forza Italia e, seppur indirettamente, attraverso provvedimenti come la revoca delle deleghe agli assessori azzurri (e forse anche un po' pallidi per il momento non roseo), lo stesso Sindaco che immaginiamo esasperato dall'ennesima crisi e determinato a "prendere il toro per le corna", rispolverando un po' di sana audacia "manganellatrice", con tanto di "repulisti" in arrivo (stando a indiscrezioni raccolte da Optional). Stiamo parlando di voci di azzeramento e riassetto della giunta (come fece Avantario a metà mandato) con ridistribuzione del "premio assessorile" a chi sta dando e darà garanzie di fare il bravo e non rompere le palle in vista dei prossimi delicatissimi passaggi in Consiglio. A tal proposito sembra emblematico l'ultimo comunicato stampa di AN, che intima, in stile "Quei bravi ragazzi" di Scorsese, a FI, di riallinearsi oppure…Ma c'è un'ultima considerazione: è inutile da più parti che si continuino a chiedere le dimissioni del Sindaco.

Citando Moretti in "Caro Diario", "mi gioco una palla, una sì, due no", che anche stavolta Tarantini resterà al suo posto: perché ha già perso un altro treno per le prossime elezioni nazionali (avrebbe già dovuto dimettersi); sia perché dovrebbe avere una voglia matta di regolare i conti con chi lo ha già più volte scaraventato giù dalla tavola di Re Artù, sbandierando i soliti ricatti e richieste di assessorati (altro che tavola rotonda), sia perché, essendo a metà mandato, ha da giocarsi ancora la carta del rimpasto totale con un De Simone riaccolto a "corte" e nuovamente meritevole di "medaglia". Ma infine anche perchè c'è sempre un certo Senatore in attesa di assessorato per un suo uomo (Mastromauro) e nella ammuina presente si è astenuto da entrare a "gamba tesa" e ha fatto sin troppo il bravo (vedi assenza totale di manifesti, come suo solito in passato, per ironici auguri natalizi o bordate sulla pazza ICI, che pure è stata ancora pazza quest'anno e in passato era stato un cavallo di battaglia del vecchio lottatore missino). Per cui, cari amici di Optional, il bello deve ancora venire. Ma, a costo di rimanere "spallati", noi scommettiamo tutto su Pinuccio che berrà fino in fondo il caffè senza zucchero che la sua maggioranza gli offre e continuerà ad offrirgli, in nome della politica dell'arraffa arraffa. La pagnotta non è un optional…
    Optional

    Optional

    L'opionione opzionale di Giovanni Ronco

    Indice rubrica
    Esempi da emulare 28 febbraio 2006 Esempi da emulare
    Perchè? 24 febbraio 2006 Perchè?
    Un doveroso tributo 21 febbraio 2006 Un doveroso tributo
    Capolinea! 17 febbraio 2006 Capolinea!
    Come un martello pneumatico 14 febbraio 2006 Come un martello pneumatico
    Capirro kaput 10 febbraio 2006 Capirro kaput
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.