Optional

Trani di serie A / Trani di serie B

Luoghi valorizzati e altri dimenticati...

Non ci è ancora molto chiara una questione: qual è il criterio di chi amministra la città, per cui si sceglie d'intervenire in alcune zone di Trani in modo massiccio, al di là delle scelte di cattivo o buon gusto, mentre si abbandonano completamente a se stesse delle altre? Eppure, al di là delle (dubbie) strategie turistiche, tutta la città è popolata da persone degne di pari considerazione e che pagano le tasse, anche abbastanza salate, allo stesso Comune... Eppure, il trattamento non è omogeneo. Infatti, mentre da una parte s'interviene con rifacimento di piazze, nuove pavimentazioni, panchine e dettagli urbanistici vari, in altri casi, vedi piazza Petronelli, si lascia che l'illuminazione sia carente, che la pavimentazione resti disastrosa, con sollevamneto di mattonelle in molti punti e conseguenti incidenti, segnalati ad Optional, per i malcapitati passanti.

Teniamo conto che lì nei paraggi vi è una scuola elementare e che il pericolo di cadute, effettivamente verificatesi, è alto. E che dire dello stato di abbandono delle cartteristiche stradine adiacenti Colonna? E' vero che siamo nella stagione invernale, ma anche lì le radici degli alberi hanno sventrato marciapiedi, senza che nessuno abbia battuto ciglio. Anche per gli alberi di Trani non c'è pace: a parte quelli divelti per la costruzione di decine e decine di ville in zona Capirro, esclusi quei pochi ripiantati nei pressi dell'incrocio che da via Pozzopiano, porta alla casa di riposo "Dragonetti", per gli altri, numerosi, non ci resta che darli per dispersi o definitivamente abbattuti? Una "mossa" dei Verdi o di Legambiente, una protesta o una richiesta di speigazioni, magari più incisiva di altre già eventualmente attuate, non sarebbe sgradita. E le povere palme sul Lungomare? Quelle poi sono state proprio sfigate, perchè gli amministratori hanno avuto la brillante idea di piantarle a ridosso del tosto inverno che stiamo vivendo e, vi assicuro, le palme non saranno certo allegre. Non sarebbe stato meglio piantarle un po' prima della Primavera? Me lo chiedo da profano in materia, ma addolorato per quelle punte del fogliame già bruciate dal gran freddo.

Cerchiamo di non far andare in fumo anche stavolta la spesa per il verde pubblico, che in quest'ultimo caso ha previsto l'esborso di svariate migliaia di euro... E di Piazza Plebiscito di cui non si capisce bene cosa si voglia fare? E meno male che le giostre non sono state spostate sul Lungomare, se no con questo freddo al posto dei bimbi ci saremmo riportati a casa dei cubetti di ghiaccio... Non si capisce se rientri tra i luoghi di serie A o serie B, visto che dopo mille polemiche e idee e progetti, non si è deciso nulla e non la si è caratterizzata per quello che è: un ulteriore luogo di ritrovo, una ipotetica "cittadella" del divertimento per bambini o per le scuole, con una progettazione seria o un incremento dell'offerta di attrazioni o giostrine per i piccoli, che in città non hanno poi tanti luohi di aggregazione a disposizione. E l'elenco continua... Sperando di non dover inaugurare anche un girone di serie C...
    Optional

    Optional

    L'opionione opzionale di Giovanni Ronco

    Indice rubrica
    Esempi da emulare 28 febbraio 2006 Esempi da emulare
    Perchè? 24 febbraio 2006 Perchè?
    Un doveroso tributo 21 febbraio 2006 Un doveroso tributo
    Capolinea! 17 febbraio 2006 Capolinea!
    Come un martello pneumatico 14 febbraio 2006 Come un martello pneumatico
    Capirro kaput 10 febbraio 2006 Capirro kaput
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.