Optional

Trani, un anno delinquenziale

In aumento rapine e consumo di stupefacenti

Ripercorrendo tutto il 2005 e ricordando, da diligenti giornalisti attenti alla realtà locale quelli che sono stati i reati più diffusi in quest'anno, non ci sarebbe da stare allegri per quel che riguarda la sicurezza. Si era parlato da più parti dei famosi "vigili di quartiere", ma in vari rioni della città di vigili non se sono visti, o se c'erano, erano di passaggio. Il Comitato del Quartiere Stadio, per esempio, ha denunciato più volte questa carenza. Poca vigilanza naturalmente incoraggia chi si prepara e poi attua atti delinquenziali.Lo sbandamento di diversi giovani, dovuto alla disoccupazione o ai contatti con la malavita dei paesi limitrofi, sono alla base di una decadenza dei costumi e della moralità, oltre che della mancanza di scrupoli da parte di ragazzi che inoltre alle spalle hanno meno supporti rispetto ad un tempo, come ad esempio, a causa di famiglie sempre più assenti e istituzioni sempre meno sensibili alla realtà giovanile.Il consumo e lo spaccio di droga, secondo quanto denunciato mesi fa dall'ente Oasi 2 sono in aumento.

Il ricorso a cocaina e cannabis tra i ragazzi, e non solo, è sempre tristemente più diffuso. E spesso alla base di certi crimini particolarmente efferati, c'è proprio l'alterazione psico - fisica dovuta all'uso di sostanze stupefacenti. Ad esempio è ancora vivo nella memoria, il delitto di Piazza Roma, nella vicina Barletta ai danni di un commerciante, ucciso da un tossicodipendente durante una rapina sotto gli occhi della figlia.A Trani è stato l'anno delle rapine negli uffici postali. Terrore tra anziani e gente comune nei ripetuti assalti di banditi che hanno colpito svariate volte e sono riusciti a seminare tra l'utenza un continuo senso di insicurezza e timore per la propria incolumità. Particolarmente presi di mira l'Ufficio centrale in Via Bovio e la sede di Via Gattola. Ciò che ha sconvolto è stata la ripetitività e la periodicità dei fenomeni.

Per il resto da ricordare la piaga dei reati legati all'ambiente: sono state segnalate diverse discariche abusive nelle campagne e questo è un altro grave problema sempre più visibile e rischioso, visto che si abbandona di tutto, dai semplici rifiuti a strutture in amianto. Per non parlare della recente denuncia dei Verdi sullo stato di assoluto degrado dell'ex distilleria Angelini.Insomma, dietro la patina di città di richiamo turistico e all'eleganza da copertina con cui ci presentiamo, resta l'ombra lunga di reati medio – piccoli che comunque contribuiscono a rovinarci serenità e immagine
  • Amianto
Optional

Optional

L'opionione opzionale di Giovanni Ronco

Indice rubrica
Esempi da emulare 28 febbraio 2006 Esempi da emulare
Perchè? 24 febbraio 2006 Perchè?
Un doveroso tributo 21 febbraio 2006 Un doveroso tributo
Capolinea! 17 febbraio 2006 Capolinea!
Come un martello pneumatico 14 febbraio 2006 Come un martello pneumatico
Capirro kaput 10 febbraio 2006 Capirro kaput
Altri contenuti a tema
Terreno da bonificare a Pizzo Corvo: ancora poco (amianto) e ci siamo Terreno da bonificare a Pizzo Corvo: ancora poco (amianto) e ci siamo In attesa che l'iter di bonifica si chiuda in modo definitivo
1 Contributi per smaltimento amianto, ancora pochi giorni per presentare domanda Contributi per smaltimento amianto, ancora pochi giorni per presentare domanda L'avviso pubblico rivolto ai proprietari degli immobili comunali
Rimozione dell'amianto dagli immobili comunali, previsti contributi per i proprietari Rimozione dell'amianto dagli immobili comunali, previsti contributi per i proprietari Le domande presso l'Ufficio Protocollo. Tutte le info
1 Amianto sul tetto del Supercinema, un anno fa la promessa della bonifica Amianto sul tetto del Supercinema, un anno fa la promessa della bonifica Codacons e comitati Bene Comune e Residenti: «Cittadini invitati all'infausto compleanno»
Lotta all'amianto, oggi interventi in diverse zone di Trani Lotta all'amianto, oggi interventi in diverse zone di Trani L'iniziativa sulla base delle segnalazioni giunte alla Polizia locale
Lotta all'amianto, il Comune ottiene un finanziamento di 6 mila euro dal Ministero Lotta all'amianto, il Comune ottiene un finanziamento di 6 mila euro dal Ministero Verranno impiegati per la bonifica di un immobile sito in Contrada Curatoio
Niente più amianto in contrada "Curatoio", Trani ammessa al finanziamento Niente più amianto in contrada "Curatoio", Trani ammessa al finanziamento Dal Ministero dell'Ambiente 6mila euro per la rimozione
2 Amianto, avviate le attività di rimozione in città Amianto, avviate le attività di rimozione in città Operai a lavoro nelle campagne di Trani fino al 2 febbraio
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.