Optional

Tutta la BAT minuto per minuto

Ancora confusione e incertezze sulla nuova provincia. E a Trani manca l'entusiasmo

Tra pochi giorni la vicina città di Corato, attraverso un referendum, esprimerà il parere, popolare, se conta ancora qualcosa, circa il coinvolgimento o meno nella sesta provincia, la BAT. Mentre giornali e televisioni si organizzano per racimolare qualche nuovo inviato da tenere pronto per riferire fatti e personaggi di questa neonata provincia, qui c'è il rischio che questa istituzione nasca morta, senza slanci, anzi fra litigi e mugugni e con città che avrebbero dovuto farne parte che addirittura fondano comitati elettorali per il no, perchè si resti fuori, come sta succedendo proprio a Corato. La domanda sorge spontanea: era proprio necessario erigere l'ennesimo contenitore vuoto, come sono ormai le "province", se poi i cittadini non debbono avere nessun ritorno, anzi subiscono come al solito imposizioni dall'alto, deve esserci l'ennesimo spreco di danaro e devono scatenarsi lotte intestine tra componenti cittadine, per arraffare reparti sanitari, prefetture e altro?

Ho assistito a trasmissioni televisive patetiche su emittenti private nelle quali all'inizio del programma si dice ai telespettatori che si spiegheranno determinati argomenti e ci si avvierà ad accordi sicuri e ormai in dirittura d'arrivo e, alla fine delle stesse trasmissioni, si chiude con concetti ripetuti una trentina di volte, visi paonazzi di uomini anche anziani che rischiano l'infarto per dirci che la provincia è sacrosanta (e chi lo mette in dubbio) e conduttori che inzuppano il biscotto nel cirapame di parole e nella confusione totale che c'è. Memorabile uno che si divertiva quasi come un bambino al luna park, ripetendo in continuazione al Sindaco di Trani, ospite in quell'occasione, che i primi cittadini di Andria e Barletta avevano fatto riunioni a sua insaputa.

La stuazione era alquanto surreale, col conduttore che rideva da solo e si compiaceva, credendo di mettere a disagio Tarantini e con quest'ultimo che trovava parole di circostanza, accennava battute e sì insomma, vedremo, vedremo, ma alla fine forse era più preoccupato dell'inseguimento dell'Inter nei confronti della Juve. Insomma, diciamolo: di questa provincia non c'importa nulla. Ci siamo ritrovati coinvolti quasi per caso e se facessimo un referendum come Corato, probabilmente non si raggiungerebbe neanche quorum... Va bene così. Ma che tristezza!
    Optional

    Optional

    L'opionione opzionale di Giovanni Ronco

    Indice rubrica
    Esempi da emulare 28 febbraio 2006 Esempi da emulare
    Perchè? 24 febbraio 2006 Perchè?
    Un doveroso tributo 21 febbraio 2006 Un doveroso tributo
    Capolinea! 17 febbraio 2006 Capolinea!
    Come un martello pneumatico 14 febbraio 2006 Come un martello pneumatico
    Capirro kaput 10 febbraio 2006 Capirro kaput
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.