Pop Corn

Calano le tenebre sul mondo di Hogwarts

Harry Potter si avvia al termine con "I Doni della Morte"

Nulla è più come prima nella terra della magia. Dopo la morte di Silente il potere del male avanza e Voldemort - il signore oscuro - conquista maggiore potere facendo forza sui suoi seguaci all'interno del Ministero. Hogwarts è lontana, il terrore regna ovunque e ovunque non esiste posto dove poter essere al sicuro. Dopo sette anni insieme, Harry, Ron ed Hermione abbandonano i loro amici, i loro conoscenti e le loro famiglie per intraprendere - completamente soli - la lotta contro il male. Il loro obiettivo sarà la ricerca degli Horcrux, misteriosi manufatti che racchiudono altrettanti frammenti dell'anima di Voldemort.

Giunti all'ultimo libro della saga firmata J.K. Rowling, Harry Potter e i Doni della Morte si sdoppia in due film, aumentando l'attesa dei fan e lasciando spazio ad una maggiore fedeltà descrittiva rispetto alle pagine del romanzo. Alla regia torna David Yates che, dopo i non troppo entusiasmanti esperimenti ne L'ordine della Fenice e Il Principe Mezzosangue, in quest'ultimo film affila le sua macchina da presa e conduce a giusta maturazione tutti gli aspetti della storia. Dimentichiamo l'ovattato mondo fiabesco di Hogwarts, dimentichiamo le frivole serate di gala con le prime cotte adolescenziali: nei "Doni della Morte" l'atmosfera si fa cupa, potremmo dire «autunnale» citando il critico cinematografico Adriano Ercolani. Non certo un prodotto per bambini come eravamo stati abituati. C'é morte, c'é sangue, c'é sofferenza in questo ultimo capitolo. Per il momento dimentichiamo anche i grandi saloni e le calde torri della scuola di Hogwarts: Harry e i suoi compagni vagheranno disperati, senza meta, senza alcuna protezione per la ricerca degli Horcrux, e li vedremo perdersi in freddi boschi solitari, mentre all'orizzonte la guerra incombe.

La scelta della produzione di spaccare in due la trama si rivela una strizzata d'occhio all'aspetto meramente commerciale, ma tecnicamente i tempi di questa prima parte risultano fortemente rallentati nelle parti centrali. Eppure non mancano momenti di intensa emozione, quasi del tutto legati al personaggio di Hermione, ancora una volta interpretata dalla sempre più matura Emma Watson (ancora piuttosto statici i due compagni di scena Daniel Radcliffe e Rupert Grint): la pellicola si apre con lo struggente addio della giovane strega alla sua famiglia, cancellandone memoria e ricordi, e più avanti sarà sempre lei a narrare la fantastica storia dei "tre fratelli", una fiaba che da sempre si racconta nel mondo della magia e che sarà alla base dello svolgimento della trama. Tuttavia davvero ristretto è lo spazio lasciato a tutti gli altri grandissimi attori del film: dalla breve new entry Bill Nighy (Rufus Scrimgeour) allo stravagante ma altrettanto marginale Rhys Ifans (Xenophilius Lovegood), dal fin troppo sottovalutato David Thewlis (il licantropo Remus Lupin) al tenebroso Alan Rickman (Severus Piton).

I Doni della Morte ha il suo potere in una tenebrosa atmosfera grigia di attesa, nella fantasia che mescola con grande equilibrio il mondo umano con quello della magia, nella crescita psicologica a cui sono definitivamente giunti i protagonisti. La paura della morte si unisce alle gelosie, ai fallimenti, alla materializzazione degli incubi più profondi e ricorrenti. Insomma, un ottimo prologo alla tanto attesa conclusione della saga che da anni sta monopolizzando l'orizzonte fantasy della cinematografia contemporanea.
  • Cinema
Altri contenuti a tema
1 Ciak si gira: dal 19 giugno le riprese del film con Sophia Loren Ciak si gira: dal 19 giugno le riprese del film con Sophia Loren A Trani per il nuovo film di Edoardo Ponti "La vita davanti a sé"
2 Il grande cinema a Trani: in città arriva Sophia Loren Il grande cinema a Trani: in città arriva Sophia Loren Presto le riprese che la vedranno protagonista. Il sindaco: «Non ce la siamo fatta sfuggire»
Al Cineporto di Bari debutta "Tempo", con la produzione esecutiva di Trani Film Festival Al Cineporto di Bari debutta "Tempo", con la produzione esecutiva di Trani Film Festival Short film diretto da Beppe Sbrocchi e ispirato al racconto di Sergio D'Angelo
Tutto pronto per il Festival Sonic Scene: lunedì la presentazione Tutto pronto per il Festival Sonic Scene: lunedì la presentazione La manifestazione si propone di promuovere il cinema e la musica di diversi contesti geografici
Festival internazionale del cinema musicale, ecco l'elenco dei film selezionati Festival internazionale del cinema musicale, ecco l'elenco dei film selezionati L'evento in scena a Trani dal 23 al 25 novembre
L'industria cinematografica di Bollywood strizza l'occhio a Trani L'industria cinematografica di Bollywood strizza l'occhio a Trani Domenica e lunedì una delegazione effettuerà sopralluoghi in città
Ultimo weekend D'autore D'Estate AFC a Spinazzola Ultimo weekend D'autore D'Estate AFC a Spinazzola Tanti gli ospiti: il grande Marco Spoletini per Dogman, Luigi Pane, regista de "L'Avenir"
Luca Bellino e Silvia Luzi presentano "Il Cratere" a Spinazzola Luca Bellino e Silvia Luzi presentano "Il Cratere" a Spinazzola “Il Cratere”, considerato tra le opere più belle passate alla Mostra del Cinema di Venezia 74
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.