Zoom

Il gossip tranese su facebook: rabbrividiamo

Un nuovo fenomeno sociale a dir poco inquietante

Spesso, per motivi familiari e lavorativi, mi ritrovo a parlare, discutere e confrontarmi con gli adolescenti di oggi. Usano facebook, hanno il motorino, studiano (poco), guardano reality show e telefilm e utilizzano il cellulare per navigare e scambiarsi messaggi, anche durante le ore di lezione. Chiacchierando con loro del più e del meno, ho scoperto, a dir poco stupita, che qualcuno (non si sa ancora chi) ha messo su un meccanismo diabolico, ispirandosi al telefilm Gossip Girl e nascondendosi su facebook, il social network del momento, sotto l'identità di Gossip Girl Trani.

Gossip Girl è una serie televisiva statunitense basata sull'omonima collana di romanzi di Cecily von Ziegesar, La serie racconta le vicende di un gruppo di giovani residenti nell'Upper East Side di Manhattan. Gossip Girl è il nickname di una misteriosa blogger di cui nessuno sa l'identità la quale pubblica sul suo blog tutte le notizie riguardanti le vite dei protagonisti della serie. L'incipit della serie televisiva è il seguente. «Gossip Girl here, your one and only source into the scandalous lives of Manhattan elite» («Sono Gossip Girl, la vostra sola e unica fonte di notizie sulle vite scandalose dell'élite di Manhattan»).

A sua volta, su Gossip Trani si utilizza la bacheca per pubblicare della vita scandalosa dei giovani adolescenti della nostra città. Un fenomeno sociale che riflette il comportamento e la vita dei nostri ragazzi. A detta di molti, Gossip Trani non pubblicherebbe bugie, anzi. Il riscontro è veritiero e immediato. Da quello che mi è stato riferito, Gossip Trani accetterebbe persino le soffiate degli altri blogger e poi pubblicherebbe la notizia.

La sua furbizia consiste anche nel fatto di non scrivere i nomi dei protagonisti delle vicende scandalose per intero, ma utilizzare solo le loro iniziali (ma questo si presenterebbe come il segreto di Pulcinella, perché gli adolescenti si conoscono tutti e il passa parola è d'obbligo). Un fenomeno sociale a dir poco inquietante che dovrebbe portarci a riflettere. Sulla stessa scia vediamo spuntare altre pagine di Facebook consacrate al pettegolezzo: dal gruppo Fatti veri a Paparazzi di Trani, chi più ne ha, più ne metta.
  • Facebook
Altri contenuti a tema
20mila pollici in su per TraniViva 20mila pollici in su per TraniViva Un nuovo traguardo su Facebook per celebrare 18 anni di attività
2 Poco più di 20 anni e trentacinque paesi visitati: il grande viaggio di Carlo Laurora Poco più di 20 anni e trentacinque paesi visitati: il grande viaggio di Carlo Laurora Il suo blog "Italian?Yes!" ha più di 200mila visualizzazioni ed oltre 70mila followers
1 Il Comune sui social: appalto alla Arts Media di Andria Il Comune sui social: appalto alla Arts Media di Andria La società si è occupata della campagna elettorale del sindaco Bottaro
Insulti sessisti su Facebook, Raffaella Merra chiede scusa Insulti sessisti su Facebook, Raffaella Merra chiede scusa La consigliera di opposizione: «Il mio post non era riferito a nessuno in particolare»
Offese a una simpatizzante di centrodestra, Loconte getta acqua sul fuoco Offese a una simpatizzante di centrodestra, Loconte getta acqua sul fuoco L'esponente di Noi a Sinistra: «Nessun commento sessista, solo chiacchiere tra amici»
Te lo regalo se vieni a prendertelo, basta un grazie Te lo regalo se vieni a prendertelo, basta un grazie Anche a Trani il gruppo Facebook dove la parola d'ordine è "donare"
Politica "spicciola", nuovo battibecco tra Riserbato e Corrado Politica "spicciola", nuovo battibecco tra Riserbato e Corrado Il confronto avviene su facebook, la degenerazione della politica
Insulti anonimi su Facebook: per la Cassazione è diffamazione Insulti anonimi su Facebook: per la Cassazione è diffamazione Il Sindaco aveva avvertito tutti: «Basta politica fatta sui social»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.