Zoom

La propaganda elettorale? Fatela fare a Maria De Filippi

E' più fruttuosa di qualunque agenzia di reclutamento

Le vacanze di Pasqua e annesse (un'esagerazione del calendario italiano, i giapponesi lavorano anche a Natale) ci portano a visitare centri commerciali, ristorantini, agriturismi, parchi e parchetti. Con tutta la tecnologia di cui disponiamo è facile portarsi la musica dietro. Forse è un caso, ma non credo proprio, che la voce grintosa di Emma Marrone abbia fatto da sottofondo ai nostri acquisti distratti, alle abbuffate e alle passeggiate perché la radio ce la propina, perché la nostra migliore amica ha il suo cd in macchina o l'ha scaricata sull'I-pod. Certo è, che pur non cercandola, personalmente l'avrò sentita un'infinità di volte.

Qualcuno scriveva che in Puglia «coltiviamo talenti» (Maria De Filippi ne sforna decine all'anno). Ebbene si. Il televoto è uno strumento potente nelle mani del popolo, è una delle moderne espressioni di democrazia: è il pubblico da casa che decide. è la saggezza popolare che individua il talento, manda un messaggino e, puff, Emma Marrone si aggiudica il primo posto nel talent show più famoso d'Italia e non solo.

Maria De Filippi è più fruttuosa di qualunque agenzia di reclutamento. Se avessi una parvenza di doti artistiche, è a lei che manderei il mio curriculum. Promette contratti da favola e fa sognare chi un sogno nel cassetto ce l'aveva. Non capisco perché il televoto funzioni sempre ed il voto politico funzioni meno: campagna elettorale, voto, elezione e poi? Silenzio.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.