Zoom

Paese alla deriva:

Ci consolano William, Kate e Bin Laden

La crisi del Nord Africa ha contribuito, in parte, a paralizzare il commercio internazionale, mentre, dall'altra parte del mondo esiste un'America, quella latina, in vigorosa ascesa, forte di immense risorse e di tecnologie all'avanguardia. Le migrazioni bibliche stanno creando preoccupazione in Italia, mentre si registra il (prevedibile) lassismo dell'Unione europea a conferma di come, questa unione, esista solo sulle cartine geografiche e sui testi scolastici. La crisi dei giovani disoccupati e delle nuove generazioni, spaventate dal futuro, è imperante.

Ci si chiede se e quando ci sarà una ripresa e che forma assumerà (a L o a V?). Le catastrofi naturali, la paura del nucleare, l'impotenza dell'umanità intera. L'Italia è alla deriva: a farci giustizia ormai sono Le Iene, i candidati alle elezioni sono innumerevoli ed improbabili, direttamente proporzionali alla gente che va a fare provini per i reality-show, a testimonianza di come politica e tv siano le massime aspirazioni degli italiani (un ricercatore guadagna 400 euro al mese e un concorrente del Grande fratello percepisce 3mila euro ad ospitata).

Il quadro insomma non è dei più rosei. Una delle notizie più confortanti degli ultimi tempi sembra essere il matrimonio di William e Kate che ha fatto sognare giovani e meno giovani ed ha incollato davanti alla tv il mondo intero. Adesso, invece, la morte di Osama Bin Laden, sempre che quest'ultima non sia una di quelle notizie che hanno voluto propinarci e che noi vogliamo sentire solo per trovare conforto.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.