Cibo spazzatura
Cibo spazzatura
Salute d'asporto

Alimenti ultra processati e tumore: lo studio Epic ne sottolinea l'associazione

Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca

L'innovazione industriale e la trasformazione alimentare, soprattutto negli ultimi anni, risultano al centro di numerosi studi per il loro potenziale ruolo nell'eziologia delle malattie. Gli alimenti vengono classificati in quattro gruppi in base al loro grado e scopo di lavorazione:
  1. alimenti non trasformati o minimamente trasformati
  2. ingredienti culinari trasformati
  3. alimenti trasformati
  4. alimenti ultra trasformati.
In quest'ultima categoria rientrano le formulazioni industriali prodotte in modo complesso utilizzando ingredienti solitamente non presenti in cucina (maltodestrina, oli idrogenati, amidi modificati) e additivi cosmetici (emulsionanti, aromi, coloranti, dolcificanti artificiali). Si tratta in genere di prodotti pronti economici, altamente appetibili ed ampiamente disponibili che vengono spesso consumati in grandi quantità (bevande analcoliche, snack confezionati dolci o salati, dolciumi, pane e focacce confezionati, prodotti a base di carne ricostituiti e piatti pre-preparati), sostituendo nella dieta gli alimenti più nutrienti.

Diversi studi hanno dimostrato che il consumo di alimenti ultra trasformati può essere associato ad un aumento dell'adiposità viscerale e del rischio di cancro, soprattutto tumori del tratto aerodigestivo superiore.

Questa ricerca dell'Università di Bristol e dell'Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), pubblicata dall'European Journal of Nutrition, ha analizzato i dati sulla dieta e sullo stile di vita relativi a 450.111 adulti, seguiti per circa 14 anni, partecipanti allo studio prospettico di coorte EPIC, uno dei più grandi studi prospettici di coorte in Europa. Un consumo superiore del 10% in più di cibi ultra processati è risultato associato a un rischio maggiore del 23% di tumori a carico della testa e del collo e a un rischio maggiore del 24% di adenocarcinoma esofageo. L'aumento del grasso corporeo provocato dai cibi ultraprocessati, inoltre, spiegherebbe solo in parte l'associazione osservata dei ricercatori, secondo i quali a giocare un ruolo importante sarebbero gli additivi presenti in queste pietanze, come emulsionanti e dolcificanti artificiali, o ai contaminanti derivanti dagli imballaggi e dal processo di produzione.

I dati mettono chiaramente in evidenza i rischi che si corrono nell'avere uno stile di vita poco sano, suggerendoci come le scelte alimentari siano una prevenzione importante nei confronti delle malattie
  • Salute
Altri contenuti a tema
Petto di pollo white striping e rischio per la salute Petto di pollo white striping e rischio per la salute Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
A San Valentino cura il tuo cuore A San Valentino cura il tuo cuore Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
L'Oms a sfavore dei prodotti vegani confezionati L'Oms a sfavore dei prodotti vegani confezionati Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Super size me, il documentario che mostra il male del cibo spazzatura Super size me, il documentario che mostra il male del cibo spazzatura Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Fegato grasso, dieta e stile di vita Fegato grasso, dieta e stile di vita Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Da lunedì apre a Trani lo sportello d'ascolto per i malati di Alzheimer Da lunedì apre a Trani lo sportello d'ascolto per i malati di Alzheimer L'iniziativa si basa sul supporto di professionisti e vuole essere un primo punto di riferimento per l'intero territorio
Un cucchiaino di sale in meno per ridurre la pressione Un cucchiaino di sale in meno per ridurre la pressione Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
La salute dei denti inizia a tavola La salute dei denti inizia a tavola Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.