Ginnastica per anziani
Ginnastica per anziani
Salute d'asporto

Attività fisica, un farmaco contro il diabete

Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca

Il diabete è una patologia sempre più diffusa, basti pensare che in Italia ne è interessata circa il 5,3% della popolazione. È caratterizzato dall'aumento dei livelli di zuccheri nel sangue e parallelamente una alterazione nel rilascio o nell'attività dell'ormone insulina. Sia il diabete di tipo I, che di tipo II sono fortemente influenzati dallo stile di vita e, proprio grazie a quest'ultimo, è possibile sia prevenire che modulare la patologia conclamata.

Il diabete, soprattutto se trascurato, comporta lo sviluppo di complicanze a carico del sistema cardiovascolare, dei reni, dell'occhio, dei nervi, che possono condizionare pesantemente la qualità della vita. Il paziente affetto da diabete deve essere seguito dal punto di vista nutrizionale e mantenere uno stile di vita sano, modificando le abitudini quotidiane.
Un farmaco molto efficace nel trattamento del diabete è il regolare esercizio fisico, perché aiuta a mantenere sotto controllo il peso, ridurre la glicemia e la pressione arteriosa e accrescere la sensibilità insulinica e il colesterolo HDL, il cosiddetto "colesterolo buono".

L'attività fisica contribuisce al controllo del diabete perché agisce migliorando la condizione di insulino-sensibilità del muscolo, comporta il calo ponderale e la diminuzione dell'infiammazione sistemica, con conseguente miglioramento dei parametri metabolici del paziente.

L'attività fisica deve essere strutturata soprattutto in base alle condizioni di partenza, infatti può essere utile, soprattutto all'inizio o per chi non ha mai praticato attività, un esercizio moderato, come per esempio almeno 30 minuti di camminata al giorno per 5/6 giorni a settimana. Man mano che aumenta il calo ponderale e la resistenza del paziente, è possibile somministrare anche esercizi di maggiore intensità.

Ovviamente l'attività sportiva va eseguita in accordo con il proprio medico curante, in base alle proprie condizioni fisiche, ed è necessario che venga strutturata da un personal trainer qualificato; oltre a ciò l'intervento del nutrizionista nel strutturare un piano alimentare che supporti l'attività fisica e dei possibili sbalzi di glicemia è necessario.
  • Salute
Altri contenuti a tema
Stitichezza, come migliorare la regolarità intestinale Stitichezza, come migliorare la regolarità intestinale Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Reflusso gastroesofageo, regole da seguire Reflusso gastroesofageo, regole da seguire Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Italiani sempre più lontani dalla dieta mediterranea Italiani sempre più lontani dalla dieta mediterranea Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Vitamina D, potenziale ruolo nel trattamento della depressione Vitamina D, potenziale ruolo nel trattamento della depressione Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Dal 22 aprile la Farmacia Turenum offrirà un supporto personalizzato per la gestione dell’ipertensione arteriosa Dal 22 aprile la Farmacia Turenum offrirà un supporto personalizzato per la gestione dell’ipertensione arteriosa Se sei iperteso puoi prenotare un appuntamento utilizzando il servizio Info&Prenotazioni Whatsapp (370 1122153)
Uova e colesterolo: un nuovo studio smentisce la connessione Uova e colesterolo: un nuovo studio smentisce la connessione Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Cioccolato fondente, super food per intestino e mente Cioccolato fondente, super food per intestino e mente Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Tagli sicuri per ridurre il rischio di soffocamento Tagli sicuri per ridurre il rischio di soffocamento Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.