Carboidrati
Carboidrati
Salute d'asporto

La carboressia o la paura dei carboidrati

Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca

Siamo in un periodo storico in cui avviene la demonizzazione dei carboidrati e sono sempre più numerose le strategie dietetiche che tendono ad escludere quest'ultimo dai piani alimentari. Soprattutto nel "fai da te" il primo step nel dimagrimento è proprio la riduzione o, nei casi peggiori, l'eliminazione totale dei carboidrati, tanto da portare a dei veri e propri disturbi del comportamento alimentare. Oltre a questo fondamentale punto, l'eliminazione immotivata del carboidrato compromette le normali funzioni metaboliche.

La "Carboressia" è la paura dei carboidrati e la conseguente paura di ingrassare; è un disturbo legato a questioni estetiche ed al rapporto con il corpo. Si traduce nella completa eliminazione dei carboidrati dalla propria alimentazione con la convinzione di raggiungere una forma fisica migliore. L'eliminazione del carboidrato, compromette il metabolismo energetico, l'idratazione muscolare e le funzioni cognitive. I carboidrati, soprattutto quelli derivanti da cereali, frutta e verdura, devono rappresentare la nostra principale fonte di energia. Una dieta low-carb o una dieta chetogenica sono piani dietetici che prevedono una forte diminuzione del carboidrato, ma sono prescritti da un nutrizionista in funzione di una determinata persona, in un determinato periodo.

Cosa comporta l'eliminazione del carboidrato?
L'eliminazione netta di carboidrato porterà ad un necessario aumento delle fonti proteiche per soddisfare il senso di sazietà e l'aumento della proteina porterà a disidratarvi, in quanto il carboidrato è osmoticamente attivo, ed aumentare di peso, poiché avverrà la gluconeogenesi, ovvero un processo biochimico per il quale si ha la produzione di glucosio da una fonte non glucidica, come ad esempio le proteine.

Una conseguenza importante sarà la sfasatura del metabolismo energetico, infatti non bruciando zuccheri il corpo sfrutterà i lipidi, determinando la produzione di corpi chetonici, di natura acida, che comportano uno stato di acidosi metabolica.

Facilmente si andrà incontro ad un dimagrimento, ma di massa magra, portando ad una discesa di acqua (disidratazione) e muscoli. La carboressia comporta anche la perdita dei complessi vitaminici, utili sia per i sistemi antiossidanti sia per i normali processi metabolici e, se questa carenza non venisse colmata con integrazione diverrebbe motivo di conseguenze cliniche importanti. Oltre a questo bisogna aggiungere gravi conseguenze sul tono dell'umore ed un senso di stanchezza generalizzata, oltre che costipazione. Noi del bacino Mediterraneo, culla della famosa Dieta Mediterranea patrimonio dell'Unesco, dobbiamo saper scegliere i carboidrati ed utilizzarli a tavola.
  • Salute
Altri contenuti a tema
Petto di pollo white striping e rischio per la salute Petto di pollo white striping e rischio per la salute Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
A San Valentino cura il tuo cuore A San Valentino cura il tuo cuore Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
L'Oms a sfavore dei prodotti vegani confezionati L'Oms a sfavore dei prodotti vegani confezionati Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Super size me, il documentario che mostra il male del cibo spazzatura Super size me, il documentario che mostra il male del cibo spazzatura Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Fegato grasso, dieta e stile di vita Fegato grasso, dieta e stile di vita Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Da lunedì apre a Trani lo sportello d'ascolto per i malati di Alzheimer Da lunedì apre a Trani lo sportello d'ascolto per i malati di Alzheimer L'iniziativa si basa sul supporto di professionisti e vuole essere un primo punto di riferimento per l'intero territorio
Un cucchiaino di sale in meno per ridurre la pressione Un cucchiaino di sale in meno per ridurre la pressione Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
La salute dei denti inizia a tavola La salute dei denti inizia a tavola Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.