Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Indagine sui bandi di concorso di Adisu Puglia: perquisizioni a Bari, Napoli e Trani

Si cercano documenti necessari ad accertare l’esistenza di un’eventuale collusione o di accordi preesistenti tra gli indagati

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica del capoluogo pugliese, per la ricerca di database, titoli abilitativi o altri documenti volti a riscontrare l'esistenza di accordi delittuosi che sarebbero stati posti in essere in occasione della pubblicazione dei vari bandi di concorso idonei ad alterare le procedure di gara.

In particolare, i militari dell'Arma sono stati incaricati dall'Autorità Giudiziaria di ricercare, nell'eventuale disponibilità del Direttore Generale dell'ADISU, documenti necessari ad accertare l'esistenza di un'eventuale collusione o di accordi preesistenti tra gli indagati, relativi alla citate procedure concorsuali e a riscontare le modalità con le quali sarebbero stati precostituiti, presso un'università telematica, dei titoli e dei requisiti per la partecipazione da parte dei vari candidati alla predette selezioni.

Secondo l'impostazione accusatoria della Procura della Repubblica di Bari (fatta salva la valutazione nelle fasi successive con il contributo della difesa), infatti, il Direttore Generale della menzionata agenzia regionale, docente di Economia presso un'università telematica e relativo direttore amministrativo sino a pochi anni fa, avrebbe turbato le procedure di gara volte all'assegnazione di talune posizioni di rilievo in quell'ambito, nonché, attestando il falso, nominato quale legale per la difesa dell'agenzia in un giudizio di appello il Direttore Scientifico dell'università.

Le indagini, condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo e della locale Sezione di Polizia Giudiziaria e, nella fase iniziale, dal Nucleo PEF della Guardia di Finanza, hanno consentito di ricostruire un quadro indiziario secondo cui l'indagato avrebbe nominato delle commissioni esaminatrici delle procedure concorsuali ADISU Puglia, assegnando il ruolo di Presidente di Commissione a sé stesso o ad altri soggetti, con incarichi presso l'università telematica. In tal modo, avrebbe garantito l'assegnazione di incarichi, di nomine e di posizioni di impiego presso l'ADISU, turbando la regolarità delle gare e attribuendoli a soggetti appartenenti al partito politico Sud al Centro ovvero collegati all'Università telematica e ai quali garantiva il conseguimento dei titoli abilitativi, presso la stessa università, necessari per ottenere gli incarichi o per partecipare ai concorsi banditi dall'ADISU.

È importante sottolineare che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari, e che l'eventuale colpevolezza degli indagati in ordine ai reati contestati dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Maturità 2022, le tracce: Pascoli, Segre e Verga Maturità 2022, le tracce: Pascoli, Segre e Verga Anche "Musicofilia" di Oliver Sack
La "notte prima degli esami" dei ragazzi tranesi al Monastero: una meraviglia indimenticabile La "notte prima degli esami" dei ragazzi tranesi al Monastero: una meraviglia indimenticabile Un'idea dell'Assessore Cecilia Di Lernia con l'assessore alle Culture Zitoli e i rappresentanti d'istituto per esorcizzare ansia e condividere emozioni, anche il sindaco
Al via gli esami di maturità, tra stratagemmi tecno e le vecchie, care cartuccere Al via gli esami di maturità, tra stratagemmi tecno e le vecchie, care cartuccere Intanto i 500 studenti tranesi si danno appuntamento sul monastero
Testimoni di legalità, studenti del Vecchi e D'Annunzio ricevute a Palazzo di Città Testimoni di legalità, studenti del Vecchi e D'Annunzio ricevute a Palazzo di Città Il  motivo di questo incontro era la presentazione di lavori meritori di importanti riconoscimenti
Paladini di giustizia e portatori sani di legalità, studenti di Trani premiati dalla Corte di Cassazione e Magistrati Paladini di giustizia e portatori sani di legalità, studenti di Trani premiati dalla Corte di Cassazione e Magistrati Incontro a Palazzo di Città per i giovani studenti della scuola Baldassarre
Anno record per l’Istituto “Aldo Moro”: grazie ai laboratori pomeridiani recuperato il gap della didattica a distanza Anno record per l’Istituto “Aldo Moro”: grazie ai laboratori pomeridiani recuperato il gap della didattica a distanza Hanno partecipato più di 150 studenti: domani, 7 giugno, cerimonia finale
Delegazione del 3' Circolo 'D'Annunzio' ricevuta dal Presidente della Repubblica Delegazione del 3' Circolo 'D'Annunzio' ricevuta dal Presidente della Repubblica In occasione del 76' anniversario della proclamazione della Repubblica
Il 3^ Circola D'Annunzio presente a Roma alla parata del 2 giugno Il 3^ Circola D'Annunzio presente a Roma alla parata del 2 giugno L'istituto risultato del bando di concorso "Il milite ignoto: patria e memoria"
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.