Pastore
Pastore
I luoghi della memoria

Angelo Pastore e quel Potere che fece il bene di Trani

I luoghi della memoria di Giovanni Ronco

Parto dal presupposto che parlare dell'avvocato Angelo Pastore, massimo rappresentante tranese della Democrazia Cristiana durante la Prima Repubblica, in una semplice rubrica come questa, e' sicuramente riduttivo. Meriterebbe senz'altro una monografia, una pubblicazione con tanto di documentazione e note a corredo.

Parliamo di lui come di un personaggio che entra in questa "galleria" di ricordi, per lo piu' di luoghi, in quanto egli rappresento', da solo, nella sua identita' di uomo e professionista un "luogo" ideale: quello della politica e del potere declinati in un'accezione "nobiliare": il bene di Trani. Egli esercito' quella che gli storici definiscono la "rappresentativita' " istituzionale di una citta' come la nostra.

Ho ricevuto tante richieste da parte di lettori, perche' ne tracciassi un profilo che rendesse degnamente l'immagine di quest'uomo che fece tanto per la nostra comunita', da quella difficile "piattaforma" culturale e sociale che e' la politica.

Dal suo "laboratorio" di lavoro, idee e pianificazioni, lo storico studio di via Rossini, in cui riceveva clienti ed altri rappresentanti istituzionali, fino alle celebri "performance" forensi, come ad esempio i processi sull'eccidio delle sorelle Porro, accanto all'avvocato Jannuzzi o quello dedicato al tristemente noto crollo del palazzo a Barletta in via Canosa, nel 1959. .

Fino ad arrivare alle sue grandi operazioni a beneficio di Trani, legate a quelle capacita' politiche di cui sopra: prima fra tutte, la realizzazione del nostro ospedale, il San Nicola Pellegrino, con il grande sforzo profuso per renderlo un fiore all'occhiello della sanita' pugliese e del Sud Italia, a cominciare dall' istituzione di una sala rianimazione che in molti c'invidiavano e che egli volle far dedicare alla memoria del giovane avvocato tranese Attilio Perrone Capano, prematuramente scomparso, come racconto nel mio libro "Attilio Perrone Capano, l'Avvocato memorabile".

Angelo Pastore, con umilta' e sobrieta', gesti' le dinamiche politiche pensando sempre ad un ritorno per la collettivita' tranese, giammai per un tornaconto personale. In tale ottica rientrano altri atti come il tentativo di realizzare una Cittadella dello Sport, contattando il grande architetto di fama mondiale Renzo Piano.

Crediamo ad ogni che Trani non abbia ancora degnamente ricambiato, nel custodirne la memoria e/o promuovendone la figura, quella grande eredita' che Pastore ha lasciato in termini di capacita' e competenze politiche e professionali dalle quali, negli anni del suo operato, la citta' trasse grandi risorse e vantaggi in termini d'immagine ed efficienza.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.