Chiaro e Tondo

Nessuno tocchi Lovato

Chiaro e Tondo 17

Il nome Lovato è una "convenzione". Il nome Lovato indica tutti quegli uomini d'altri tempi che, chiamati ad operare nell'ambito politico, hanno trovato un habitat senz'altro per loro scomodo, ma nel quale non hanno rinunciato a portare sensibilità, amore per la cultura e soprattutto attenzione per le persone, per i singoli individui, per le reali situazioni problematiche per le quali è stato chiamato in causa in questi due anni, soprattutto per l'ambito delle scuole.

E puntualmente quell'antro oscuro e fatto di compromessi e falsità, (basta leggersi qualche recente intervista di "illustri" esponenti) che è la politica, ribadisce la sua allergia nei confronti di persone come l'assessore alla Pubblica Istruzione Lovato. Infatti, già da qualche tempo, quando si comincia a parlare di rimpasto, tra i primi nomi a spuntare fuori per l'imminente avvicendamento, c'è, appunto, quello del prof. Lovato. Problemi sturtturali a parte, risolvibili solo con lo stanziamento di fondi, come si diceva qualche numero fa col collega Di Pinto, le scuole di Trani hanno trovato in questo personaggio che rappresenta uno dei "fiori all'occhiello" della giunta Tarantini, una persona pronta all'ascolto e al dialogo, non un burocrate politicizzato.

La stabilità e la miglior qualità della Giunta del Tarantini 2 sono dovute a scelte come quelle indirizzate alla persona dell'assessore in questione. Il timore è che, come spesso avviene, per il solito gioco politico degli equilibri interni, che prevedono spartizioni politiche e partitiche sugli assessorati, un futuro rimpasto preveda il "sacrificio" di un addetto ai lavori per l'ambito culturale e scolastico, in favore di qualche anonimo esponente di partito che nulla ha da spartire con questi campi. Un politico qualsiasi, purchè sia uno, che rientri nell'assegnazione del "posto" da riservare al partito "x", perchè non crei grane. Uno che faccia atto di presenza agli spettacolini di fine anno scolastico, dopo che poco o nulla lo si è visto nei paraggi di una presidenza.

Pinuccio Tarantini, uomo attento alla sfera culturale (tanto da consigliarmi a suo tempo un libro che era effettivamente degno di essere letto come "Le uova del drago" di Pietrangelo Buttafuoco), farà in modo di sottrarre Lovato dall'eventuale "giro di valzer" e poltrone, che potrebbe eventualmente estrometterlo dall'attuale incarico. Ho avuto modo di conoscere personalmente il professore ed una volta tanto che la politica porta sul proscenio personaggi di qualità è bene che permetta loro di lavorare e continuare a fornire il proprio contributo alla comunità. Senza paura. Chiaro e tondo.
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.