Anna Maria Barresi
Anna Maria Barresi
Inbox

Nomina Guadagnuolo in Amiu, Barresi: «Violato l'articolo 22 del regolamento etico»

La consigliera richiama il sindaco al rispetto del documento approvato nel 2016

Lettera aperta al Sindaco ai Cittadini e ai Consiglieri Comunali.

»Io penso che, chi rappresenti i cittadini, assumendo una carica pubblica, abbia il dovere ed il rispetto, nei confronti dell'intera collettività, di far conoscere il proprio pensiero politico ed oggi più che mai, su una vicenda eclatante, che ha interessato la nostra città. Considerando che questi tre anni, siano serviti, anche, a far conoscere noi amministratori e soprattutto "il primo cittadino", credo che anche questa volta sia necessario, fare una riflessione politica su un argomento, tanto scottante da farci rimanere, alquanto basiti, (sia maggioranza che minoranza). Trovo necessario e fondamentale, portare all'attenzione dei cittadini, la vera coerenza politica del nostro Sindaco.

Affinché, anche questa volta, non si possa dire che io abbia sussurrato o richiesto qualcosa in privato, la mia riflessione sarà pubblica. Ebbene, se di coerenza vogliamo parlare partiamo da lontano, nel 2016 la Giunta Comunale con atto n.305 del 27/12/2016,approva un Codice Etico, (fortemente voluto dal Sindaco che addirittura ne è il promotore), in cui è indicato a quali norme e regole devono attenersi i pubblici amministratori quando assumono cariche pubbliche in società a partecipazione pubblica (ovvero parliamo dell'Amministratore unico di AMIU spa), nelle quali ci s'impegna alla concreta realizzazione di ciascuno degli obiettivi indicati nella carta di avviso pubblico, tra cui figura il divieto a conferire nomine o incarichi pubblici a soggetti rinviati a giudizio.

In Consiglio Comunale in data 26/4/2017 con atto n. 36, viene approvata e ratificata la suddetta delibera, inoltre,la stessa viene integrata con l'adozione della carta di "Avviso Pubblico" denominato codice etico, lo stesso è composto da ben 23 articoli che indicano, come concretamente un amministratore pubblico deve comportarsi, gli essi sono chiamati a un forte e credibile impegno di trasparenza e responsabilità, tale, da legittimarsi in termini di fiducia, agli occhi dei cittadini. Il massimo dello stupore, traspare quando ci soffermiamo a leggere gli articoli che vanno dal n.19 al n.21, dove chiaramente è indicato che il sindaco deve effettuare le nomine presso enti, consorzi e società, con procedure ad evidenza pubblica e, qualora, queste richiedano competenze tecniche e specifiche, le nomine saranno prioritariamente condizionate all'adesione al codice etico ( e già qui stendiamo un velo pietoso).

Infine, riporto testualmente ciò che detta il Codice Etico: "il sindaco non può conferire nomine o incarichi a soggetti rinviati a giudizio o sottoposti a misure di prevenzione personale e patrimoniale per reati di truffa, i soggetti da questi nominati si impegnano a dimettersi ovvero a rimettere il loro mandato. Il sindaco deve presentare un esposto alla Procura della Corte dei Conti qualora emerga l'eventualità di danno erariale nei confronti del Comune. Alla luce di questo codice etico, approvato in consiglio comunale e quindi norma da osservare, a meno che in consiglio Comunale abbiamo scherzato, come può il sindaco giustificare la riconferma , addirittura per tre anni dell'Ing. Guadagnolo alla guida di AMIU spa?

Cari cittadini evidenzio che la nomina arriva fino al 2021, che và ben oltre il mandato del sindaco che scade il 2020. Chiedo inoltre al sindaco a nome della città, di essere coerente con ciò che ha votato e fortemente voluto in Consiglio Comunale, invito il primo cittadino a revocare la nomina dell'Amministratore Unico di AMIU spa dott. Guadagnolo, come tra l'altro sancito dall'art.22, dello stesso regolamento etico.

Dopo quello che ho rispolverato e ricordato, spero che altre forze politiche, oltre me, chiedano il rispetto dell'art. 22 del regolamento etico, che recita quanto appresso: "in caso di ritardo o inerzia dell'Amministrazione nell'assumere le misure previste dal codice e in caso di inadempimento, i gruppi politici in consiglio, i cittadini e i portatori d'interessi sollecitano gli amministratori al rispetto delle corrispondenti disposizioni".

La ciliegina sulla torta è a suffragio e in maniera rafforzativa di quanto fin qui da me evidenziato, interviene a supporto anche il modello di organizzazione, gestione e controllo di Amiu spa, approvato ai sensi del decreto legislativo n.231/2001 l'allegato B codice etico, il tutto propedeutico a porre all'attenzione dei cittadini una buona reputazione,l'efficienza e l'affidabilità degli amministratori, che la gestiscono.

Se vogliamo sottolineare e rimarcare la discrasia del modo di amministrare, vi faccio, inoltre, conoscere chi ha approvato tale codice! Ebbene, lo stesso è stato approvato dall'Amministratore Unico di Amiu spa dott. Guadagnolo in data 9/12/2015. Egregio sindaco,Le chiedo pubblicamente il rispetto delle regole, da Lei stesso fortemente volute, anche perché se terrà fede al suo stile, non potrà che eticamente essere consequenziale e quindi revocare la nomina dell'AU di Amiu spa.

Certa della vostra attenzione, porgo distinti saluti.

Anna Maria Barresi -- Consigliera Comunale indipendente-
    © 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.