Avviso di chiamata

Agenzia delle Entrate in fuga? Bartolino pure...

Avviso di chiamata per Ventola, Maiullari e Ugo il (non) re

Prima di occuparmi di uno dei Signori del Trasformismo della politica tranese, riferisco un fatto che avrebbe del clamoroso. Il presidente della Provincia Ventola avrebbe in fretta e furia abbandonato la conferenza di presentazione di "Creattività", a cui stava partecipando: è trapelato che si stesse precipitando a Bari, per un incontro definito "interlocutorio" dal suo ufficio stampa. Da un rumors captato da un collega, con fonte un consigliere regionale lì presente, pare che il problema fosse dovuto alla chiusura di un importante ufficio nella provincia Bat. Sfortunatamente per noi, l'Ufficio in questione sarebbe l'Agenzia delle Entrate di Trani. La notizia non è ancora confermata; certo dopo le botte all'ospedale, questo sarebbe un altro duro colpo per la nostra città e speriamo che risulti un... falso allarme. Insomma, continuerebbe la "spoliazione" di Trani, che da quando è divenuta capoluogo di provincia, sembra che sia stata colpita da una vera maledizione. Un contrappasso che invece di porci su di un piedistallo, come vorremmo noi tranesi, sempre tronfi del nostro passato e delle "tradizioni", termine a sua volta sempre più banalizzato, ci manda sempre più in basso nel gioco degli equilibri istituzionali della pippesca provincia. Una sciacquata di bocca - il passato, le tradizioni e altre amenità - che mentre avviene, non ci fa accorgere della spoliazione che si verifica sotto il nostro naso. Occhio Ventola che stavolta c'arrabbiamo! Si fa per dire.

E spoliazione sia! Se dev'essere una nuova categoria del pensiero e della politica tranese. E' infatti una auto spoliazione quella che sta avvenendo nel centro-sinistra tranese. Prima la Fabbretti si defila dal Pd; poi Carlo Laurora, dopo aver fatto illudere la coalizione di Operamolla del fatto che sarebbe stato parte integrante di essa, si è defilato verso l'isola di un Terzo Polo tutto da verificare al vaglio elettorale. Ma ora è sceso dalla scassata tribuna della sinistra tranese, in quanto era fino alla settimana scorsa nella zattera dei non famosi dell'Idv, uno dei principi del Trasformismo della politica locale: Bartolo Maiullari, pallina impazzita nel flipper sgargiante, con luci rosse lampeggianti, della piazza tranese. Questo è l'effetto del riposizionamento di Carlo Laurora, che dopo il flirt, fittizio, con Ugo O., tende a ritornare padrone a casa sua, ossia in un polo moderato, dove regnare senza dipendere da altri capi e portarsi dietro, vedi Bartolino nostro, qualche componente del plancton tranese.

Non vorrei essere nei panni dell'entourage di Ugo O: prima il defilarsi dell'Udc, poi la squagliata finale dell'Idv commissariata, (diciamo questo perché ad agosto Bartulino giurava che sarebbe stato il nuovo capo dell'Idv stessa: e meno male!). Forse quello slogan che ne annuncia la presentazione ("Non presenteremo un re"), non deve aver portato buono. Negando un qualcosa che nessuno pensava (che Ugo volesse fare il re), mette un "verme" nella testa del cittadino che non va tanto per il sottile. Nega qualcosa che poi finisce per affermare nell'inconscio di chi legge. Ecco perché Carletto è fuggito alla fine, ancor prima di leggere lo slogan: perché, in verità, temeva di doversi genuflettere ogni santo giorno al "re" Ugo. Non un re per contrapporsi alla storia di re Artù di Pinuccio? Debole andare dietro agli avversari del passato... Non un re, nonostante la presentazione all'Impero? Beh, troppo banale... Non un re e quindi un normale cittadino? Pericoloso esserlo al Comune di Trani, in quanto i potentissimi dirigenti lo accopperebbero subito. Non un re e quindi un suddito? Questa sarebbe una conclusione ingenerosa cui non vogliamo nemmeno pensare, anche per rispetto del personaggio, non aduso a tale ruolo: piuttosto si dimetterebbe tre secondi dopo. Ma la colpa è di chi inventa codesti slogan enigmatici... Non sarebbe stato più genuino un: "Eccolo finalmente? " Dopo i tanti rifiuti a candidarsi? No! Questi sinistri guru devono sempre complicare la vita...

Per tornare alla pallina Bartolo, con questi spostamenti da un partito all'altro, rischia di apparire come l'anima in pena della politica tranese: meglio soffrire e patire in un unico partito tutta la vita (Pinuccio T. docet) che girovagare alla ricerca di non sappiamo bene cosa: visibilità? Potere? Incarichi? Nuove emozioni? Nuove sensazioni? Squadre politiche specializzate nell'essere aghi nel culetto (pardon, della bilancia) per poter tenere sulla graticola il futuro disgraziatissimo primo cittadino? L'ex promessa della politica tranese, invecchiato male frequentando il peggio della politica locale stessa, sembra più vecchio dei Matusalemme tranesi quando si rende protagonista di questi sconcertanti riposizionamenti. Il nume tutelare della Politica, che ha già cacciato nell'oblio e nel discredito dell'opinione pubblica altre anime in pena saltabeccanti, con Bartolino è già stato molto accondiscendente, permettendogli di stare ancora sul proscenio politico. Non abusi di quel credito che il Nume ha deciso ancora di dargli in questi anni, non pecchi ancora, sfidando se stesso e l'opinione pubblica con questi salti in lungo che indeboliscono la sua immagine, ma anche quella di tutta la politica.
  • Francesco Ventola
  • Amministrative 2012
  • Bartolo Maiullari
  • Ugo Operamolla
Altri contenuti a tema
2 Tra politica, lobby e eventi: tutti i voti della settimana Tra politica, lobby e eventi: tutti i voti della settimana Le pagelle "pesanti" del prof. Giovanni Ronco
Strada provinciale Trani-Andria, Ventola chiede la costruzione del ponte Strada provinciale Trani-Andria, Ventola chiede la costruzione del ponte Il consigliere regionale (Cor): «Infrastruttura necessaria per il cambio di carreggiata»
Briguglio, Maiullari e gli "assessorati", non solo politica in questa puntata Briguglio, Maiullari e gli "assessorati", non solo politica in questa puntata Le "pagelle" di Giovanni Ronco
Piano di riordino ospedaliero, Emiliano batte Trani e Canosa 2 a 0 Piano di riordino ospedaliero, Emiliano batte Trani e Canosa 2 a 0 Il consigliere regionale Ventola (Cor): «La partita non è ancora finita»
Rifiuti, Ventola: «Il centrosinistra predica bene e razzola male» Rifiuti, Ventola: «Il centrosinistra predica bene e razzola male» Negati i benefici ai comuni a cui sono state chiuse le discariche
Prove tecniche di staff, Bottaro pensa alla squadra Prove tecniche di staff, Bottaro pensa alla squadra Dal fidato Maiullari al filosofo De Iuliis, fino alla "fantasia Ronco"
Sanità, Fucci e Ventola incontrano il direttore generale dell'Asl Bt Sanità, Fucci e Ventola incontrano il direttore generale dell'Asl Bt «Si difendano i servizi e il livello delle prestazioni offerte agli utenti»
Francesco Ventola scrive ai sindaci della Bat e al presidente Spina Francesco Ventola scrive ai sindaci della Bat e al presidente Spina «Perseguirò il benessere della comunità e l'interesse comune»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.