Chiaro e Tondo

Se ci girano le paline

Chiaro e Tondo 65

Sembrava alla fine dell'inverno aver imboccato un tratto di strada sereno, senza grandi ostacoli ed in cui tutto girava per il meglio. Ma la piena primavera ha cominciato a portare starnuti, mal di pancia e colpi di tosse, dovuti non solo ai pollini, ma anche ad una serie di situazioni che hanno fatto tornare la nostra comunale amministrazione sulle strade tortuose e rattoppate della politica accidentata, raffazzonata, col singhiozzo e senza il ruttino finale.

Anzi con un certo stato di nausea, degno di una gestante. Ma è chiaro che questo avvenga: se fai girare le paline ad una serie di personaggi, poi finisci col traballare.

Prima Mario Schiralli, tornato agli onori della ribalta social - politica con una serie di invettive niente male e incattivite, man mano che si è andati avanti, dalle risposte del sindaco, che ultimamente si dedica al gioco del rimpiattino che è una bellezza per noi giornalisti. Meno utile per lui. Forse.

Poi Roberto Visibelli che già comincia a commentare al telefono, a precisa domanda su come finirà la storia del city - manager : "Caro Giovanni se son rose fioriranno e se son cachizzi ce li prenderemo in faccia...". E quando Visibelli comincia a fare certe battute, oltre ad un' altra, ancor più sibillina, che forse vi svelerò sui prossimi numeri, il tempo non si mette affatto bene; sapendo che i cachizzi lui in faccia non se li tiene, ma di solito li rilancia...

Girano le paline ad un bel po' di personaggi: adesso anche il Vescovo... che rilancia su Sant'Antuono, poi Marco Pilone, al centro di un'indegna storia di cui è involntariamente protagonista. A proposito: coi soldi delle paline che leggo anche essere mal funzionanti e alla fine non fondamentali per la vita dei tranesi, si poteva pagare il Pilone, magari con gli interessi e con un minimo di risarcimento danni per il cattivo sangue che gli è stato procurato. Se Pinuccio non ferma le girate di paline qui si mette maluccio.
  • Chiesa Sant'Antuono
Altri contenuti a tema
Cadono pietre dall'arco del Fortino Cadono pietre dall'arco del Fortino La zona di accesso al molo di Sant'Antuono è stata transennata
Dunque: 17 x 130 = 2210 Dunque: 17 x 130 = 2210 Dottor Hauze 75
E mò come vi mettete? E mò come vi mettete? Dottor Hauze 34
Vu' vutà? Vu' vutà? Chiaro e Tondo 67
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.