Ragazzi
Ragazzi
Inbox

Trani, nel 2019 la città riparte con i giovani

Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi Trani)

Il dialogo e' una grande cosa, soprattutto con I giovani, I nostri figli e nipoti. Se le cose sono difficili a dirle ed ancora piu' difficili a realizzarle a non dirle diventano ancora piu' difficili. I genitori, educatori, I maestri veri non sono quelli che metteranno ulteriori regole e lacci alle vite dei giovani ma quelli di noi che saranno capaci di far volare, capaci di dare ulteriori ali, capaci di permettere di trasformare le ali dei nostri figli, di allungarle per realizzare i loro desideri.

Chi di noi sara' capace di unire I sogni con la realta', coloro che impegnandosi sono capaci si colmare le distanze, gli idealisti che sanno fare I conti con la vita quotidiana. Gli adulti che ancora credono nelle notti insonni alla ricerca di una soluzione, nell'importanza delle competenze e degli studi, delle mani sporche di fatica. Degli uomini e delle donne che seppure non credendo alle promesse impossibili da mantenere ed alle informazioni manipolate si adoperano con fiducia, rafforzando I muscoli del cuore, aprendo le finestre alla speranza di costruire un pezzetto di mondo migliore, producendo idee ed argomenti fondati, immaginando e realizzando soluzioni di buon senso.

Di tutti gli amici e concittadini tranesi che usano ed utilizzano la cultura per capire la realta' e discutere per trovare le migliori soluzioni possibili ai tanti problemi della nostra comunita'. Di tanti amici docenti di diverse discipline che si adoperano per far crescere bene le nuove generazioni ad iniziare da un'osservazione personale : la filosofia non e' una specialita' ad esclusiva dei filosofi che, soprattutto di questi tempi abbondano nei festival letterari che somigliano a "fiere della vanita'", ma e' l'uso dell'attenzione e un metodo di pensare che si trova anche nelle arti, nei mestieri, in letteratura, nei discorsi politici, nel senso comune e diventa autentica se parla ai bambini e ai giovani. Nella consapevolezza che per noi adulti il primo dovere e' quello di occuparci di loro. E diventa questo la prima e sicura fonte di felicita'.

Percio' questo augurio per il nuovo anno vuole mettere insieme decisioni libere, attive, di testa e di cuore, impegno coerente e gesti/azioni buone, nel voler concretamente ogni giorno non rinunciare alla vicinanza verso I nostri ragazzi e senza farci prendere dallo scoramento e fa rima con svuotamento. Si, perche', le nostre case (..e la nostra citta'- casa comune) si stanno svuotando dei nostri figli.
Capisco I tanti ragazzi e figli di amici che, dopo aver studiato e non facendosi abbindolare dalle chiacchiere degli inconcludenti e litogiosi politici e, soprattutto, non volendo vivacchiare con lavori precari e senza prospettive, ci abbandono. Per ritornare nei giorni di festa, di Natale e rivedere amici, familiari, nonni che forse abbracciano per l'ultima volta.

La nostra bella Trani, la nostra casa comune, continuando in questa situazione puo' soltanto continuare a perdere tutta. Tutti insieme perdiamo affetti, entusiasmo, relazioni, novita. Nessuno puo' negare questo sciupio, anche se le scelte restano comprensibili, libere, necessarie. Il nostro declino e' proprio tutto questo. Le nostre perdite sono queste: perdite umane da cui discende tutto il resto. Per questo e' necessario ora piu' che mai svegliarsi, stare insieme, offrire speranza e futuro con progetti realizzabili; offrire prospettive e lavoro rimboccandoci le mani, le intelligenze alleate con il cuore. Prepariamo il pezzetto di mondo migliore, per iniziare a vedere tornare (e non andar piu' via, se non per vacanze o voglia di vedere il condo...) I nostri giovani. Ripartiamo nel 2019 con far diventare piu' bella ed attrattiva la nostra villa comunale, un nuovo balcone fiorito sul mar Adriatico, un luogo unico e magico pieno di iniziative uniche, attrattive, capaci di far sognare.

Noi facciamoci gli auguri, e che non siano solo un modo di dire. Riscopriamo insieme che servire il futuro ed il bene comune cittadino vuol dire impegno all'unita', saper ascoltare e stare con gli altri. Un servizio alla credibilita' ed alla coerenza. E' il migliore augurio per l'anno che viene per tutti noi che desideriamo, anzi vogliamo, saper sognare con I piedi per terra. Fraternamente.

Mauro Spallucci,
Fondatore Omi Trani
Organismo a Movente Ideale
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.