Politica

Beppe Corrado, FI Trani: «abituati a far politica attraverso gli organi di stampa»

Il Coordinatore Cittadino risponde ai tre dimissionari

«Apprendo con stupore, dagli organi di stampa, delle dimissioni di tre componenti del Direttivo Cittadino di Forza Italia. Mi sarei aspettato, dopo l'ultima riunione del Direttivo che tanto disagio mi fosse stato manifestato in quella occasione ma evidentemente la pacatezza e la serenità di quella sera celavano il disappunto e la legittima critica che oggi mi vedo riservare attraverso gli organi di stampa.
Delle due l'una: o durante questi giorni è cambiato qualcosa o i tre componenti del Direttivo sono latori di una volontà politica il cui patrocinio non mi è dato di conoscere. Ad ogni buon conto mi sarà consentito ricordare ai tre componenti del Direttivo, rappresentanti una parte minoritaria del Partito, che il sottoscritto ha sempre guardato alle componenti minoritarie all'interno dello stesso con obbiettività e senza pregiudizi.
Le tanto discusse nomine a cui i tre componenti fanno costantemente riferimento nei loro comunicati sono nate dopo ampia discussione in un periodo antecedente il Congresso Cittadino; ed è proprio in quel periodo che mi sono reso protagonista di estenuati e febbrili trattative tese a legittimare ed ad ottenere all'interno degli equilibri della maggioranza di governo il legittimo ma quanto mai difficoltoso riconoscimento della Presidenza del Consiglio. Mi dispiace dover constatare che i miei sforzi unitamente a quelli di tutto il Partito sono sfuggiti all'attenzione dei tre componenti e della parte politica che Loro rappresentano.
Probabilmente i tre componenti, abituati a far politica attraverso gli organi di stampa, dimenticano che esiste un partito con regole chiare e che esiste una sede dello stesso aperta a tutti e frequentata ogni giorno dalle persone che amano la Politica e che la praticano con passione scevri da condizionamenti di vecchie logiche e da chi non si rassegna all'inesorabile trascorrere degli anni.
E del tutto evidente che all'indomani del congresso, lo scenario politico nazionale e la sua evoluzione ha fatto scaturire anche a livello locale nuove strategie e nuovi equilibri. Ho dovuto confrontarmi con nuovi scenari tesi a rafforzare sempre di più la presenza del nostro Partito nelle istituzioni e su tutto il territorio. Ed è per questo motivo che saluto con soddisfazione il patto federativo con gli amici dei Popolari Liberali e l'ingresso del Consigliere Damascelli che rafforza il nostro Gruppo Consiliare. Avrei desiderato il confronto sui problemi che riguardano la Nostra città e che come partito di riferimento dell'Amministrazione Tarantini necessitavano risposte concrete e di immediata attuazione.
Ho ritenuto, inoltre, nell'ottica dell'allargamento del partito e della sua classe dirigente, avvalendomi dei poteri conferitimi dallo Statuto di nominare, persone di grande spessore morale e professionale. Il nostro futuro è rappresentato dal Popolo delle Libertà e oggi dobbiamo superare le polemiche strumentali tese più a distruggere che a costruire. Invito le segreterie cittadine dei partiti che confluiranno nel PdL ad incontrarsi per incominciare a lavorare per il futuro partito unico che sia espressione di una nuova classe dirigente che si prepari all'imminente campagna elettorale e che costituisca le fondamenta dell'Amministrazione Tarantini.»Giuseppe Corrado
Coordinatore Cittadino Forza Italia
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.