Coronavirus, Bottaro
Coronavirus, Bottaro
Cronaca

Coronavirus, l’appello di Bottaro: «Da solo non ce la posso fare, ho bisogno del vostro aiuto»

Intanto il sindaco conferma due nuovi casi in città. E chiude altri luoghi di assembramento

Come già diffuso dai giornali locali, si sono presentati in città altri casi di Coronavirus. «La situazione - ha rassicurato il primo cittadino con un nuovo video sui Social - è stata gestita nel migliore dei modi: si tratta di persone che sono state messe subito in quarantena, se non ricoverate. Si trovano in quarantena anche tutti coloro che sono entrati in contatto con i contagiati». Il sindaco ha inoltre aggiornato i cittadini sullo stato di salute del primo caso di Coronavirus in città: «Sta meglio ed è in fase di guarigione».

Nonostante i divieti e tutte le misure di prevenzione emanate dal primo cittadino, dal presidente della Regione Puglia Emiliano e dal presidente del Consiglio Conte, c'è chi ancora sembra rifiutarsi di restare in casa per il bene di se stesso e degli altri. «C'è ancora troppa gente in giro», ha rimproverato il sindaco Bottaro. «Mi rendo conto che sia difficile non uscire, ma ci dobbiamo autoregolare. C'è ancora troppa gente che passeggia sul lungomare. Ho chiuso la Villa comunale perché era diventata un luogo di assembramento per molto giovani. Stiamo contenendo il fenomeno e sono ottimista, ma se non osservate le regole di prudenza diventa per noi tuto più difficile. Mi piace pensare che questa sia una città che si sappia autoregolamentare. Se saremo più bravi, fermeremo il fenomeno. Faccio un appello a tutti i cittadini: aiutatemi a rispettare le regole. Da solo non ce la posso fare, ho bisogno del vostro aiuto».

Il sindaco Bottaro ha colto l'occasione per chiarire che restano chiusi anche i bar all'interno delle tabaccherie, così come i bar presenti all'interno dei benzinai. Fuori uso anche le slot machine. Bar, ristoranti, pizzerie, pub e gastronomie possono effettuare servizio a domicilio ma devono restare chiusi. I panifici possono restare aperti per vendere esclusivamente il pane, anche loro, però, possono effettuare servizio a domicilio per vendere il resto dei prodotti.

«Dopo i nuovi casi in città, tocca a tutti noi dimostrare di voler vincere questa emergenza».
Social Video8 minutiAmedeo Bottaro
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Emergenza sanitaria, in Puglia 52 nuovi ventilatori e oltre 180mila mascherine Emergenza sanitaria, in Puglia 52 nuovi ventilatori e oltre 180mila mascherine Consegnati dalla Protezione civile nazionale con voli della Guardia di Finanza
Bonus spesa, fra prime tensioni ed un equivoco da chiarire Bonus spesa, fra prime tensioni ed un equivoco da chiarire Nostra inchiesta sulle esigenze della città e la risposta delle istituzioni. E sul fitto casa vi diciamo che...
Cannillo e Pomarico oggi ospiti in diretta sul network Viva Cannillo e Pomarico oggi ospiti in diretta sul network Viva Approfondimento sulla ripartenza dopo il Coronavirus: orizzonti, progetti, speranze
1 Coronavirus, nella Bat registrati 35 nuovi casi Coronavirus, nella Bat registrati 35 nuovi casi In Puglia 2634 contagiati
Mascherine protettive "animate", l'iniziativa delle tranesi Daniela Forte e Raffaella Papagno Mascherine protettive "animate", l'iniziativa delle tranesi Daniela Forte e Raffaella Papagno L'appello: «Cercasi azienda che le produca per avviare una raccolta fondi»
1 Contagi in Rsa e case di cura, la Cgil Bat scrive al Prefetto Contagi in Rsa e case di cura, la Cgil Bat scrive al Prefetto Biagio D’Alberto: «Subito tamponi a tutti i pazienti ed agli operatori»
Coronavirus, per il bollettino nessun nuovo contagiato nella Bat ma scoppia il "caso Minervino" Coronavirus, per il bollettino nessun nuovo contagiato nella Bat ma scoppia il "caso Minervino" In Puglia il numero dei positivi sale a 2.514
1 Coronavirus, la solidarietà a Trani ha il sapore del mare Coronavirus, la solidarietà a Trani ha il sapore del mare E l'associazione Orizzonti ha distribuito 15 quintali di patate
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.