Studente
Studente
Eventi e cultura

Una settimana lavorativa di quattro giorni, se ne parla con lo scrittore Giorgio Maran

L'incontro a cura di Comitato Bene Comune, Libera e Arkadihub

L'idea di una settimana lavorativa di quattro giorni, popolare già da anni, negli ultimi tempi sta prendendo sempre più piede. Oggi diversi paesi la stanno adottando: Belgio ed Emirati Arabi lo hanno già fatto in via ufficiale; UK, Irlanda, Usa, e Nuova Zelanda sono in fase di sperimentazione. Sono tanti i vantaggi finora registrati dalla sperimentazione della settimana lavorativa di 4 giorni: riduzione dei costi pe le aziende, migliore produttività dei dipendenti, effetti positivi per l'ambiente con notevole riduzione delle emissioni nocive.

L'obiettivo della settimana lavorativa di quattro giorni è, poi, la costruzione di una società della piena occupazione a orario ridotto. Una società in cui tutti i cittadini siano coinvolti nello sforzo produttivo e di riproduzione sociale, e al contempo abbiano una disponibilità crescente di tempo liberato da dedicare al perseguimento delle proprie aspirazioni in maniera piena e autonoma. Riducendo l'ammontare di ore che ciascuno di noi apporta al sistema economico, e redistribuendo il lavoro tra tutti i cittadini attivi, permetteremo a ciascuno di condurre una vita dignitosa. Se ne parla sabato 2 luglio con Giorgio Maran, autore del libro "Quattro giorni. Manifesto per la riduzione della settimana lavorativa".

Appuntamento dunque presso la libreria Luna di sabbia in via Mario Pagano193/195, alle 19,00. L'evento è organizzato dal Comitato Bene Comune, da Libera – Presidio di Trani e da Arkadihub Trani.
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
Nominato il nuovo direttivo della Future Center Barletta Bat Nominato il nuovo direttivo della Future Center Barletta Bat Alla guida Raffaele Mario Landriscina, già della Confesercenti provinciale
Rinuncia al reddito di cittadinanza e viene assunto da un'azienda della grande distribuzione Rinuncia al reddito di cittadinanza e viene assunto da un'azienda della grande distribuzione La storia di virtuosismo con protagonista un giovane tranese raccontata dal professor de Iuliis
L'impresa edile di Trani Edilizia Conte tra le prime con certificazione ASSE.CO. L'impresa edile di Trani Edilizia Conte tra le prime con certificazione ASSE.CO. L’iter è stato seguito dal consulente del lavoro Andrea Timberio
Primo Maggio, Di Lernia: «Riflettiamo sul sacrificio delle giovani vittime sul lavoro» Primo Maggio, Di Lernia: «Riflettiamo sul sacrificio delle giovani vittime sul lavoro» Deposta una corona ai piedi della targa in piazza Cesare Battisti
Due giorni fa la Giornata Mondiale della Sicurezza e della Salute sul lavoro: troppa indifferenza per le morti bianche Due giorni fa la Giornata Mondiale della Sicurezza e della Salute sul lavoro: troppa indifferenza per le morti bianche In un documento la denuncia della Associazione Esposti Amianto e rischi per la salute Bat e del responsabile Codacons Bat
Offerta di lavoro, Agenzia Generale di Barletta/Trani delle Assicurazioni Generali SPA cerca nuove risorse Offerta di lavoro, Agenzia Generale di Barletta/Trani delle Assicurazioni Generali SPA cerca nuove risorse Se non cerchi solo un lavoro ma qualcosa di più, invia la tua candidatura
17 L'esperienza straordinaria di Benny ed Emanuele, assunti a tempo indeterminato L'esperienza straordinaria di Benny ed Emanuele, assunti a tempo indeterminato Gruppo Megamark e Trani Autism Friendly insieme per una storia di integrazione lavorativa
Spiagge, giardini, biblioteche: 60 percettori di reddito di cittadinanza impegnati in progetti utili alla collettività Spiagge, giardini, biblioteche: 60 percettori di reddito di cittadinanza impegnati in progetti utili alla collettività Il progetto di inclusione delle amministrazioni di Trani e Bisceglie
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.