Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Maltratta la compagna in un locale pubblico, arrestato 31enne

È l'ultimo episodio di una serie di violenze subite dalla donna

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Tre giorni fa l'ultimo episodio di maltrattamenti nei confronti della sua convivente. Oggi, grazie alla nuova normativa, il cosiddetto "codice rosso", i Carabinieri hanno potuto arrestare un 31enne di Trani, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.

La denuncia da parte della donna è partita solo il 18 novembre scorso anche se è stato rilevato che i maltrattamenti sarebbero partiti sin dal mese di giugno.

Grazie alla sinergica collaborazione fra la Stazione Carabinieri di Trani e gli uffici della Procura di Trani, si è riusciti a dimostrare una vera e propria escalation nelle azioni illegali dell'uomo che, sempre più dall'inizio dei maltrattamenti, tormentava la donna con pedinamenti, minacce e, addirittura, lesioni.

L'uomo, già noto alle forze di polizia, era arrivato a sottrarre alla donna, che si trovava insieme a delle amiche in un locale pubblico, le scarpe, la borsa il cellulare e le chiavi di casa ingenerando nella stessa un gravissimo disagio poiché perpetrava il tutto alla presenza di numerose persone.

Per quest'ultimo comportamento l'arrestato è stato inoltre chiamato a rispondere di rapina in danno della donna che, in quella circostanza, è stata strattonata ed afferrata per i capelli.

Grazie alla celerità delle indagini i Carabinieri sono riusciti a raccogliere incontrovertibili elementi di responsabilità a carico dell'uomo per ben 8 capi di imputazione: tanti sono stati gli eventi che la donna ha dovuto subire prima di denunciare l'accaduto.

Il Tribunale di Trani, infine, ha ritenuto opportuno individuare nella misura cautelare in carcere l'unico strumento possibile per evitare la perpetrazione di ulteriori reati e salvaguardare la vittima.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Aggredito per futili motivi da un gruppo di ragazzi, ferito un 54enne tranese Aggredito per futili motivi da un gruppo di ragazzi, ferito un 54enne tranese L’episodio ieri sera nei pressi dell’area La Pietra. Indagano le forze dell’ordine
Via Umberto, litigio tra due residenti degenera in una rissa Via Umberto, litigio tra due residenti degenera in una rissa Sul posto 118, Polizia di Stato e Carabinieri
1 Precipita sugli scogli oltre la zona delle Matinelle, ferito un bambino di 12 anni Precipita sugli scogli oltre la zona delle Matinelle, ferito un bambino di 12 anni Le indagini dei Carabinieri mettono in luce la pericolosità del luogo
Aggressione del 16enne tranese a Bisceglie, il responsabile non è un pugile professionista Aggressione del 16enne tranese a Bisceglie, il responsabile non è un pugile professionista La rettifica della Federazione pugilistica italiana di Puglia e Basilicata
9 Nessuna rissa, il 16enne tranese aggredito per una resa dei conti Nessuna rissa, il 16enne tranese aggredito per una resa dei conti Colpito con calci e pugni per vendicare una discussione avvenuto un anno prima
3 Musica e assembramenti in piazza Longobardi: intervengono le forze dell'ordine Musica e assembramenti in piazza Longobardi: intervengono le forze dell'ordine Carabinieri, Polizia locale e di Stato allontanano più di 100 persone
Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Il bilancio del comandante provinciale dell'Arma: «Controllate 89mila persone». Sul futuro: «Terremo alta l'attenzione sull'usura»
A caccia di oro in un appartamento di via Istria: ladro in fuga a mani vuote A caccia di oro in un appartamento di via Istria: ladro in fuga a mani vuote Perde la refurtiva per scappare. Indagano i carabinieri
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.