Di Palo
Di Palo
Politica

Operazione Amiu-Sia, Di Palo replica a Lima: «La realtà non va mistificata»

L'intervento dopo il botta risposta tra il consigliere di minoranza e l'ingegner Nacci

Donato Di Palo replica alle affermazioni del consigliere comunale di Trani Raimondo Lima relative all'eventuale subentro di Amiu a Sia nella gestione del servizio di igiene urbana in sei Comuni della provincia di Foggia.

"In qualità di consigliere comunale di maggioranza - afferma Di Palo - ho il dovere di replicare alle parole del consigliere comunale Lima. Quest'ultimo, con chiaro intento mistificatorio, ha messo in relazione le procedure in corso delle selezioni pubbliche indette da Amiu con una seconda questione intervenuta negli ultimi giorni a seguito dell'interessamento di Ager per l'individuazione di un'azienda pubblica nelle condizioni di subentrare a Sia nella gestione del servizio di igiene nei comuni di Carapelle, Cerignola, Ordona, Ortanova, Stornara e Stornarella.

Voglio chiarire con la massima fermezza un aspetto fondamentale: si tratta di due questioni distinte e separate. In alcun modo l'una può interferire con l'altra. Alle procedure in corso per l'assunzione del personale Amiu Trani si è giunti dopo aver scontato un percorso aziendale e amministrativo che è passato dalla previsione e dall'approvazione della dotazione organica e dai meccanismi del controllo analogo che il Comune di Trani è tenuto ad operare in quanto socio unico di Amiu Trani. E che detta dotazione organica per il fabbisogno della commessa che Amiu Trani svolge nell'interesse del comune di Trani non potrà mai e poi mai essere coperta con personale proveniente da altre operazioni societarie (peraltro allo stato pre embrionale). In merito alla seconda questione, l'eventuale subentro di Amiu nella gestione di impianti e servizi dell'ARO Foggia 2, si ribadisce è al momento solo un'ipotesi così come chiarito pubblicamente. Amiu Trani, su invito dell'Ager, è in fase di valutazione dei documenti in ordine al territorio citato e su cui produrrà un'istruttoria da sottoporre al Comune per le opportune valutazioni tecniche ed economiche. Successivamente sarà il socio unico a decidere il da farsi. Da parte dell'azienda - spiega ancora Di Palo - non è stata assunta alcuna posizione giuridicamente vincolante proprio perché ad esprimersi dovrà essere il Comune di Trani. Per quanto precede bene ha fatto Amiu Trani (anche perché tutto rientra ampiamente, come previsto dalla Statuto, nelle prerogative gestorie dell'Amministratore di Amiu Trani) a confermare intesse e disponibilità rinviando al Socio ed all'esito della valutazione dei documenti trasmessi da Ager ogni valutazione conclusiva.

Premessa e chiarita la posizione rispetto alle convocazioni effettuate da Ager, in risposta a Lima, vorrei anche sottolineare che rispetto al personale eventualmente rinveniente dall'attuale gestore dei servizi nei comuni dell'ARO Foggia 2 si rimanda alla normativa di riferimento afferente le cosiddette clausole sociali disciplinate all'art. 6 del CCNL di settore volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato ma che in alcun modo potranno e dovranno pregiudicare la tenuta e l'equilibrio economico-finanziario di Amiu Trani. Sarebbe opportuno che si eviti di mistificare la realtà con finalità propagandistiche e soprattutto tirando in ballo questioni serissime che attengono la legittima aspirazione di occupazione di migliaia di persone e l'impegno di chi ogni giorno lavora con responsabilità per migliorare e rafforzare l'Amiu Trani" conclude il consigliere di maggioranza.


    © 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.