Inbox

Cultura a Trani? I piccoli commercianti continuano a finanziarla

Montaruli parla del finanziamento della Camera di commercio ai Dialoghi

«Lo scorso anno tenne banco la diatriba relativa alla location di svolgimento dei Dialoghi di Trani, anche se nella deliberazione delle Giunta della Camera di Commercio di Bari n. 32 del 23 marzo 2015 era già scritto che l'evento "I Dialoghi di Trani 2015" si sarebbe svolto nel centro storico, senza mai citare il Castello Svevo. Anche quest'anno tra i soggetti ed Enti finanziatori dell'Evento si legge "con il contributo della Camera di Commercio di Bari". Nonostante le continue lagnanze e la drammatica situazione causata dalla legge di riordino delle Camere di Commercio italiane, con il taglio netto delle entrate, la Camera di Commercio di Bari non rinuncia a finanziare la "Cultura" e si mostra fedele ai Dialoghi quindi rinnova il proprio impegno economico a favore della manifestazione tranese.

L'impegno economico della Camera di Commercio rispetto al bell'evento veniva allora giustificato con: "la valorizzazione dell'arte, delle risorse e delle potenzialità del territorio pugliese, reading letterari, spettacoli musicali e teatrali, performance di letture e musica itineranti nel centro storico della città, itinerari del gusto con degustazioni di prodotti tipici locali a cura di aziende e realtà produttive di eccellenza del territorio, interventi di esplorazione enogastronomica integrata nel più vasto tessuto agro-alimentare e coadiuvata da evocazioni letterarie musicali, narrazioni, canti e danze popolari." Il contributo richiesto nel 2015 fu di ventimila euro a fronte di una spesa complessiva preventivata di ben 123mila euro, con la previsione di entrate pari a 94mila euro per altri contributi pubblici e privati. La compartecipazione e l'erogazione del congruo contributo in denaro agli organizzatori dell'evento era giustificata altresì dal fatto che: "il cosiddetto Festival, sulla base dei positivi riscontri di successo delle precedenti edizioni, avrebbe coinvolto un notevole afflusso di pubblico, richiamando l'attenzione non solo della popolazione locale ma anche di appassionati provenienti da altre regioni, con positivi risvolti sull'attività turistica e commerciale e con un ritorno considerevole per la categoria dei pubblici esercizi e del terziario in genere ma anche perché si è ritenuto che il Festival "I Dialoghi di Trani" viene ritenuto un evento in grado di attrarre e promuovere fortemente il turismo ed essere una manifestazione di carattere culturale che siano strumenti in grado di garantire la crescita della realtà locale e la promozione dell'economia provinciale."

Poiché lo scorso anno la Manifestazione venne svolta per le vie e le piazze del centro storico cittadino le motivazioni erano più o meno condivisibili ma quest'anno che si svolgono nel chiuso del Castello Svevo forse alcune di esse verrebbero sicuramente ridimensionate ma sappiamo trattasi di un consolidato "canovaccio senza alcuna verifica" quindi uno standard che ritroviamo nelle deliberazioni della Giunta camerale che, in questi termini, giustifica (quasi) tutte le sue erogazioni, anche quelle vicine, vicinissime addirittura agli stessi che le deliberano. Il Piccolo commercio, l'Impresa, dunque, anche quest'anno finanzia i Dialoghi con le sue risorse, con i suoi soldi cioè con i contributi che versa alla Camera di Commercio che li spende come crede. Non sappiamo quali siano stati i preliminari contatti organizzativi per tentare di far "tornare" al piccolo commercio della città e delle città vicine un riscontro positivo nel rispetto delle motivazioni che hanno accompagnato lo stanziamento del finanziamento della Camera. Speriamo e siamo fiduciosi che qualche forma di coordinamento e di concertazione ci sia stata, altrimenti anche il senso della compartecipazione ai costi sarebbe discutibile. Con chi, se e dove ci sia stata tale eventuale ipotetica concertazione non è dato ancora saperlo.

Intanto il piccolo commercio, in apnea ed attaccato al tubo dell'ossigeno in esaurimento non si tira indietro e continua a finanziare la Cultura, anche a Trani, anche senza alcun coinvolgimento reale e senza sapere con quale ritorno e forse neanche conoscere il perché. Il canovaccio ancora va»

Savino Montaruli
Unimpresa Bat
  • Unimpresa
Altri contenuti a tema
Abusivismo commerciale ambulante, parte la crociata dei sindaci pugliesi Abusivismo commerciale ambulante, parte la crociata dei sindaci pugliesi Multe per chi vende fuori dai canali della distribuzione
Mercato settimanale, Unimpresa chiede il recupero di martedì 24 ottobre Mercato settimanale, Unimpresa chiede il recupero di martedì 24 ottobre Era stato annullato a causa del maltempo
1 Locali della Bat, aumentano i costi delle materie prime Locali della Bat, aumentano i costi delle materie prime Montaruli (Unimpresa): «Prezzi bloccati. I baristi incassano ma solo le perdite»
Matrimoni in Puglia, è boom di nozze straniere Matrimoni in Puglia, è boom di nozze straniere Montaruli (Unimpresa): «Sposarsi nel castello Svevo. Sarà possibile?»
Barriere "new jersey" al mercato: dalla sicurezza ai problemi di viabilità Barriere "new jersey" al mercato: dalla sicurezza ai problemi di viabilità Montaruli (Unimpresa): «Necessario un cambio di orario»
Controlli al mercato settimanale, grande soddisfazione per Unimpresa Controlli al mercato settimanale, grande soddisfazione per Unimpresa Misure di sicurezza previste anche per il prossimo martedì
Poca sicurezza nei mercati della Bat, Unimpresa scrive al capo di Polizia Poca sicurezza nei mercati della Bat, Unimpresa scrive al capo di Polizia Il presidente Montaruli: «Si contrasti abusivismo e si rafforzi la vigilanza»
A Pasqua e Pasquetta negozi e mercati chiusi in tutta la Puglia A Pasqua e Pasquetta negozi e mercati chiusi in tutta la Puglia Unimpresa, Cgil, Cisl e Uil annunciano lo sciopero dei lavoratori
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.