Inbox

Tasi, i soldi saranno davvero spesi per i servizi indivisibili?

Lettera in redazione di Francesco Di Pinto

Paga e...tasi! Scadeva stamane giovedì 16 Ottobre il versamento dell'acconto della nuova imposta denominata Tasi (Tassa sui servizi indivisibili), confermata dall'ultimo consiglio conunale di Trani dell'8 ottobre scorso, munifico regalo dei nostri amministratori che ci hanno imposto l'aliquota più alta superiore persino a quella dei vicini Comuni di Andria, Barletta e Bisceglie.

Come se non bastasse la 2^ rata della Tari scadrà il 31 Ottobre prossimo. Ora si è aggiunta questa nuova mazzata che, nell'assordante silenzio di sindacati, partiti ed associazioni varie, è andata a colpire proprio quel bene "sacro" e basilare per ogni famiglia italiana che è la proprietà della propria casa di abitazione, la quale era stata salvata dall'altra mazzata Imu che pagheremo il 16 dicembre prossimo (addio tredicesime!), ed è stata ora tassata con questa nuova imposta della quale non è stata nemmeno inviata una qualsiasi lettera scritta da parte dell'ufficio Tributi del Comune di Trani, come avvenuto per Tari ed Imu. Quindi, cari contribuenti tranesi che avete sacrificato tutta una vita per farvi una casa, dovrete "lasciare ogni speranza" ora che siete entrati in questo nuovo guazzabuglio tributario grazie al quale ci state rimettendo un bel pò di risparmi in questo già grave periodo di crisi economica.

E mentre stamattina facevo quest'altra coda con i improperi più o meno palesi, ho pensato con grande amarezza a tutte le promesse fatte, non da oggi, da una classe politica che si strappava le vesti assicurandoci che mai e poi mai sarebbe stata tassata la prima casa abitata dagli italiani. Adesso è caduto anche quest'altro mito ed è crollata quest'ultima illusione, perchè abbiamo pagato per i metri quadri nei quali abitiamo ogni giorno decretando la fine della storica favola del "focolare domestico", non solo nel senso etico per i fattacci che ogni giorno ci propina la cronaca quotidiana gialla o nera che sia, ma anche sul piano fiscale.

Ora staremo a vedere se questi soldi saranno effettivamente spesi per i "servizi indivisibili" che sono, nell'ordine della delibera consiliare, i seguenti: illuminazione pubblica, sicurezza, manutenzione delle strade, manutenzione del verde, protezione civile, biblioteca, attività culturali e manifestazioni, sportello polifunionale URP, Sportello Unico Attività Produttive. A giudicare da quello che vediamo ogni giorno non c'è molto da sperare! Comunque, adesso non ci saranno più alibi e non saremo più disposti a..tasere!!
  • Tari
  • Tasi
Altri contenuti a tema
Tari 2018, segnalati alcuni errori di calcolo sulle bollette della tassa rifiuti Tari 2018, segnalati alcuni errori di calcolo sulle bollette della tassa rifiuti I cittadini devono controllare se la riduzione è stata applicata in modo corretto
Agevolazioni Tari, verranno accolte anche le richieste con Isee corrente Agevolazioni Tari, verranno accolte anche le richieste con Isee corrente L'emendamento della consigliera Capone per ampliare la fascia degli aventi diritto
Tari, il gettito complessivo ammonta a quasi 11 milioni Tari, il gettito complessivo ammonta a quasi 11 milioni Il Consiglio comunale approva le tariffe del 2018
21 Il primato di Trani? La tassa sui rifiuti più alta della Puglia Il primato di Trani? La tassa sui rifiuti più alta della Puglia Come anticipato, ritirato il provvedimento sui comitati cittadini
1 Calcolo Tari su più utenze, le precisazioni del Comune Calcolo Tari su più utenze, le precisazioni del Comune L'ente assicura di non aver mai applicato più volte in bolletta la parte variabile
1 Tari: Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro ai sindaci della Bat Tari: Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro ai sindaci della Bat Associazioni di categoria e amministrazioni per il calcolo corretto della tassa
1 Accertamenti e solleciti per la Tari: affidato incarico per l'invio degli avvisi Accertamenti e solleciti per la Tari: affidato incarico per l'invio degli avvisi Se ne occuperà una società di Apricena per 28mila euro
3 Tari, tutto quello che c'è da sapere sui pagamenti Tari, tutto quello che c'è da sapere sui pagamenti I consiglieri di maggioranza tranquillizzano la cittadinanza sul mancato aumento
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.