Domenico Leone
Domenico Leone
Le Pagelle

Valorizzazione dei prodotti del territorio e della cucina tradizionale: per Domenico Di Leone 8 in pagella

Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco

Domenico Di Leone, voto 8: in attesa di provare il suo ristorante per assegnargli un voto più alto, mi sento già pronto a sbilanciarmi per questo personaggio che delizia il pubblico social con video e freddure umoristiche gradevoli ma soprattutto tende a fare scelte professionali che già ci piacciono: la valorizzazione dei prodotti del territorio e quella cucina tradizionale che tanto apprezziamo, come quei locali dove si sente l'odor di brace e non profumi di lavanda o detersivo, che detestiamo...

Patrizia Cormio, voto 4: è vero che oggi va di moda la politica ruspante e del linguaggio ( molto) diretto. Ma se è vero che come dice Raffa Merra l'assessore si è a lei rivolta intimandole la frase: " Non dire cazzate", durante un consiglio comunale, dobbiamo sempre ricordare alla "assessoraaa" ( cit. Merra), che i luoghi istituzionali richiedono un lessico degno. Più che altro un 4 in condotta dunque.

40 mila a Battiti: Pina Chiarello, attenta osservatrice ed ex esponente politica, ora in apparente orbita Lega,viene a stimolarmi col gel una Pagella su questi 40 mila a Battiti, "somma destinata al ramo welfare" scrive in un post la stessa PC ( quindi richiamo in causa l'assessora già citata sopra?). Ma perché, mi chiedo, dare 40 mila a quelli che hanno cantato ( farò lite coi miei studenti, già lo dissi) non è welfare puro? Ché molti fra quelli, essendo meteore, tra qualche anno non saranno a chiedere l'assegno di disoccupazione? A Trani guardiamo sempre avanti e ci portiamo avanti col lavoro.

Pulizia e igienizzazione strade, voto 5: si sono impegnati ma possono fare di più. Questa tipica frase usata dai docenti può andar bene anche in questo contesto. Ma pure i tanti tranesi che non hanno spostato le auto meritano un 5. Meno meno.

Cda Amet, voto 5: non basta l'esultanza social di Leo Amoruso, che da buon tifoso interista, esulta, appunto d'estate, al suon di #vivailpresidente e #vivailcda. Al di là della sproporzionata eccitazione, manco fosse stato nominato Vasco Rossi o Montezemolo presidente, e al di là degli accenni al miraggio parcometri ( siamo al quinto anno di amministrazione) non vediamo uno straccio di piano industriale. Ps: una volta Loconte e Sotero lo invocavano. Ora son rimasto solo. Pure loro esultano per il segnetto a terra per i parcometri a venire. Per ora, per il contesto di Amet, i tranesi hanno altro per terra. E non sono gli asterischi. Vedi bollette in ritardo, continui black out e appunto, distanze siderali dalla competitività sul mercato. E c'è chi esulta... ad agosto ( Leo sovreccitato, voto 5) o i due ex destrorsi ( Loconte e Sotero, voto 4, accecati sulla via di Bottaro damascato)....
  • Cucina
Altri contenuti a tema
I sapori della Puglia, da 40 anni Delizie della Caravella produce bontà I sapori della Puglia, da 40 anni Delizie della Caravella produce bontà Cura e tanta attenzione per offrire prodotti naturali e di qualità
L'osteria Caccianferno compie 25 anni: a Trani dal 1994 L'osteria Caccianferno compie 25 anni: a Trani dal 1994 Un punto di riferimento locale per riscoprire i sapori e i profumi della terra
Guida Michelin 2019, Trani riconferma le sue “stelle” Guida Michelin 2019, Trani riconferma le sue “stelle” Quintessenza unico ristorante riconosciuto, c’è spazio anche per Felix Lo Basso con il suo locale di Milano
Cucine aperte, Trani partecipa all'evento simbolo della ristorazione di qualità Cucine aperte, Trani partecipa all'evento simbolo della ristorazione di qualità Sabato 29 cooking demo, degustazioni e laboratori
Carlo Colucci: lo chef tranese conquista Sydney Carlo Colucci: lo chef tranese conquista Sydney Da anni è il capo chef e fromager del GPO Cheese & Wine Room
1 Davide Franco: un tranese al Royal Wedding Davide Franco: un tranese al Royal Wedding La carriera del restaurant manager tra Milano e Londra
"Memorie", apre a Trani il ristorante dello chef stellato Felice Lo Basso "Memorie", apre a Trani il ristorante dello chef stellato Felice Lo Basso Dopo Milano, il ritorno in Puglia: l'intervista ai microfoni del network Viva
3 A Trani "la ristorazione" è sempre più stellata A Trani "la ristorazione" è sempre più stellata Da Milano lo chef Felice Lo Basso torna a casa per dar vita alla cucina-sartoria
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.