Senza Censura

Psicopedagogico, viaggio tra le macerie

La struttura è totalmente abbandonata e devastata

Balconate che sembrano essere state divorate, controsoffitti che non esistono più, cavi elettrici divelti insieme a porte e sanitari e vetri completamente frantumati. E' più simile a un edificio bombardato, che a uno mai utilizzato, l'istituto medico psicopedagogico costruito alla fine degli anni Settanta a Trani, praticamente al confine con Bisceglie.

La struttura, dotata di servizio di guardiania fino all'anno scorso (cioè fino a quando non è entrata a far parte del patrimonio della Bat), attualmente è del tutto abbandonata. Ma anche con la presenza di un vigilante fisso durante il giorno, la situazione non era migliore. Due anni fa, la Provincia di Bari era anche riuscita a vendere la struttura per 3,4 milioni di euro, ma la vendita non è mai stata perfezionata per mancanza delle necessaria documentazione da parte del Comune di Trani. Per questo l'edificio è entrato a far parte del patrimonio della nuova Provincia di Barletta-Andria-Trani. Ma di certo nessuno potrebbe pensare a una ristrutturazione: piuttosto occorrerebbe abbattere l'edificio e rifarlo ex novo.
31 fotoPsicopedagogico, un edificio bombardato
Lo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogicoLo stato dell'istituto medico psicopedagogico
Fatto realizzare dalla Provincia di Bari, utilizzando qualcosa come 20 miliardi di lire di finanziamenti pubblici, l'edificio non è mai stato utilizzato. Dei cinque corpi di fabbrica, con un grande refettorio centrale, rimangono solo le strutture portanti e le pareti. Ma è difficile capire quanto possano resistere anche queste. Oggi, più di ieri, farsi un giro all'interno della struttura è come un viaggio tra le macerie lasciate da una guerra.
  • Degrado
  • Psicopedagogico
Altri contenuti a tema
Degrado e abbandono: San Marco sud, terra di nessuno Degrado e abbandono: San Marco sud, terra di nessuno Trani Sociale ispeziona l'area dopo varie segnalazioni
2 Via Giotto, rimossa la Vespa abbandonata da circa vent'anni Via Giotto, rimossa la Vespa abbandonata da circa vent'anni Solo 24 ore fa la denuncia pubblica di Giovanni Ronco
Via Duchessa d'Andria, «Soldi spesi per una bonifica mai avvenuta» Via Duchessa d'Andria, «Soldi spesi per una bonifica mai avvenuta» La consigliera Anna Maria Barresi denuncia lo stato di incuria da via Corato a via Andria
1 Mare di Trani, rifiuti nelle coste e nelle acque: è allarme degrado Mare di Trani, rifiuti nelle coste e nelle acque: è allarme degrado La testimonianza di un nostro lettore. L’appello alle autorità per i dovuti controlli
1 Alcol, rifiuti e vomito: l'area "La Pietra" si trasforma in un locale notturno a cielo aperto Alcol, rifiuti e vomito: l'area "La Pietra" si trasforma in un locale notturno a cielo aperto La denuncia dei residenti che chiedono maggiori controlli
1 Campetto di via Gisotti: senza il custode è subito degrado Campetto di via Gisotti: senza il custode è subito degrado L'area è ormai alla mercé di tutti, anche dei vandali
Molo Sant'Antuono, ormai solo un mare di rifiuti Molo Sant'Antuono, ormai solo un mare di rifiuti Plastica, polistirolo ed imballaggi galleggiano sotto gli occhi di tutti
Piazzetta di via Gisotti, il pericolo corre lungo il recinto Piazzetta di via Gisotti, il pericolo corre lungo il recinto Assi di legno sulla pavimentazione e chiodi in bella vista
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.