piazzole di sosta degradatej
piazzole di sosta degradatej
Attualità

Piazzole di sosta degradate, insorge il Sindacato Autonomo di Polizia

La situazione di incuria e di pericolo per l'igiene e la salubrità mettono a repentaglio la salute dei poliziotti

Che la situazione di degrado in cui versano le piazzole di sosta delle nostre strade provinciali e nazionali sia nell'incuria ed insalubrità più assoluta lo avevamo scritto e segnalato più volte, con articoli e reportage fotografici. Nella provincia Barletta Andria Trani non si aprono le strade i cui lavori durano da circa due anni figuriamoci pensare alla pulizia di alcuni tratti delle stesse, piene di rifiuti e pattume di ogni genere, come le piazzole di sosta. Adesso la denuncia, inviata a tutte le autorità politiche ed amministrative del territorio arriva dai tutori dell'ordine, o meglio da un sindacato rappresentativo dei poliziotti.

Il Segretario Provinciale SAP per la provincia Barletta Andria Trani, dott. Vito Giordano ha inviato una lettera circonstanziata e precisa che consegniamo al commento dei nostri lettori e non solo:

"È sovente, percorrendo le strade che rientrano nella Provincia Barletta-AndriaTrani, sia di interesse nazionale che provinciale, trovarsi di fronte a scenari di abbandono di rifiuti indebitamente lasciati da cittadini che non hanno il benché minimo rispetto né dei propri simili né dell'ambiente in cui viviamo. Capita, spesso, che operatori della Polizia di Stato in servizio alla locale Sezione Polizia Stradale di Andria, devono fermarsi in corrispondenza delle piazzole di sosta delle strade statali e provinciali rientranti nella propria competenza territoriale, per operare in controlli di polizia o fissare una postazione per il rilevamento della velocità delle autovetture in transito su una delle bretelle stradali in questione. Un conto è il civismo cui gli operatori, con abnegazione, rispettano durante il turno di servizio, un conto è la dignità che, oramai con consuetudine, durante quei servizi, è calpestata proprio da quegli atti di inciviltà di cui gli stessi poliziotti ne sono solo gli unici a subirne le conseguenze. Lascio immaginare cosa significa operare in quelle piazzole dove, insieme a buste di plastica che con il tempo continuano a deteriorarsi o vengono lacerati dalla curiosità di animali predatori, feci di animali e in molti casi anche umane, con spesso la presenza di carcasse di animali morti, i poliziotti devono permanere ore e ore, specialmente quando si tratta di servizi tesi al rilevamento della velocità. Immaginate tutto questo, come si modifica (in peggio) quando le temperature atmosferiche, ancor di più con l'avvicinarsi della stagione estiva, amplifica il risultato di un'aria nauseabonda che si è costretti a respirare. Con la presente, pertanto, confidando nella più ampia sensibilità, invito le codeste società e ente provinciale, a voler porre, senza ulteriori indugi, fine alle gravi criticità sopra evidenziate ripulendo e restituendo alla normale viabilità i tratti di strada in narrativa. Confido, inoltre, nella persona di Sua Eccellenza il Prefetto di Barletta-AndriaTrani, che voglia farsi da garante delle ragioni e delle richieste in questa nota esposte, in modo da poter dare decoro al territorio e onore agli operatori di polizia che in questa Provincia operano", conclude la nota del Segretario provinciale SAP Barletta Andria Trani dott. Vito Giordano.

La denuncia è stata inviata, nello specifico: al responsabile delle strutture territoriali Anas Puglia, Ing. Vincenzo Marzi, alla Provincia Barletta Andria Trani Settore Infrastrutture, Viabilità, Trasporti, Concessioni, Espropriazioni e Lavori Pubblici, Dirigente ing. Mario Maggio, S.E. Prefetto di Barletta-Andria-Trani Dott. Maurizio Valiante, al Dirigente Compartimento Polizia Stradale per la Puglia Dirigente Superiore della Polizia di Stato Dott. Luca Speranza, al Dirigente Sezione Polizia Stradale Barletta-Andria-Trani di Andria.
  • Degrado
Altri contenuti a tema
1 Quasi una terra di nessuno: via Montalcini, la strada buia per gare clandestine di auto e bravate notturne Quasi una terra di nessuno: via Montalcini, la strada buia per gare clandestine di auto e bravate notturne Nelle immagini e nel video la testimonianza di quanto avviene la notte
2 Degrado e abbandono nella "Papa Giovanni XXIII": chiusa da due anni, del tutto vandalizzata Degrado e abbandono nella "Papa Giovanni XXIII": chiusa da due anni, del tutto vandalizzata Interni ed esterni semidistrutti nella scuola elementare della zona nord della città
3 Area La Pietra, lo scempio del sabato sera Area La Pietra, lo scempio del sabato sera I condomini del quartiere esasperati e spaventati da una movida balorda e scellerata
1 Piazza Cezza, quel degrado che torna... Piazza Cezza, quel degrado che torna... Aiuole ridotte a bagno pubblico per cani
Degrado e abbandono: San Marco sud, terra di nessuno Degrado e abbandono: San Marco sud, terra di nessuno Trani Sociale ispeziona l'area dopo varie segnalazioni
2 Via Giotto, rimossa la Vespa abbandonata da circa vent'anni Via Giotto, rimossa la Vespa abbandonata da circa vent'anni Solo 24 ore fa la denuncia pubblica di Giovanni Ronco
Via Duchessa d'Andria, «Soldi spesi per una bonifica mai avvenuta» Via Duchessa d'Andria, «Soldi spesi per una bonifica mai avvenuta» La consigliera Anna Maria Barresi denuncia lo stato di incuria da via Corato a via Andria
1 Mare di Trani, rifiuti nelle coste e nelle acque: è allarme degrado Mare di Trani, rifiuti nelle coste e nelle acque: è allarme degrado La testimonianza di un nostro lettore. L’appello alle autorità per i dovuti controlli
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.