Festa patronale. <span>Foto Alessandro Bove</span>
Festa patronale. Foto Alessandro Bove
Standing Ovation

La recensione che non c'è, come la festa

Giovanni Ronco: «Dimensione minimalista riservata alle tradizioni popolari»

Consentitemi per una volta di astenermi per protesta da qualsiasi tipo di recensione o segnalazione di carattere culturale, in quanto la notizia trapelata in settimana di una festa patronale che non sarà tale, è un vero e proprio insulto alla cultura stessa della città. Questo articolo diventa per una volta un commento alla dimensione minimalista che viene riservata alla storia delle tradizioni popolari di Trani nella fattispecie.

Eviterò polemiche o riferimenti specifici a persone o situazioni come di solito avviene nelle rubriche di carattere politico, ma voglio approfittare di questo spazio, stavolta, per sottolineare come quello scollamento tra Istituzioni e città sia sempre più grande e trovi in momenti come questo lo strappo largo e definitivo. Si sa da sempre che un'amministrazione comunale, a differenza di una regionale o nazionale, deve tenere d'occhio i bisogni e le consuetudini più stretti, tra quelli legati alla vita dei cittadini, sia nel loro vivere quotidiano pratico (fare in modo che le strade non abbiano buche, che le strisce pedonali non siano sbiadite, che i cittadini abbiano parcheggi e pulizia nei quartieri) sia per quel che riguarda la loro interiorità, la loro storia, la loro sensibilità. E in questo caso, in cima ai valori di tanti cittadini non ci sono i Dialoghi di Trani (manifestazione d'indiscusso valore ma in fin di conti sempre "di nicchia") né tanto meno Rafael Gualazzi (che si esibirà davanti alla Cattedrale proprio nella serata iniziale della Festa Patronale – mah…-), né la musica dal vivo presso il Porto Fracassone, né le acque reflue … ma , la Festa patronale.

La storia delle tradizioni popolari non è materia per nostalgici reazionari, ma è disciplina tuttora studiata e approfondita nelle Università: sentire componenti della classe dirigente che "non sta scritto da nessuna parte che la Festa Patronale debba per forza trovare il sostegno economico di un'amministrazione" è il segnale di quello scollamento totale e definitivo di cui sopra. Uno scollamento che puzza di salotti impolverati, di scartoffie accatastate, di burocrazia che non guarda in faccia le vere realtà che sono le nostre radici.

Di politica cieca e assente e di classe dirigente miope e arrivista che, ripiegata su se stessa e sui gruppetti di persone "utili", sulla carriera personale da promuovere o da chiudere al massimo dei guadagni, finisce per abbandonare definitivamente la propria vera funzione: educare e promuovere la cittadinanza, valorizzare tutta la popolazione nelle varie sfaccettature, rispettare le radici e la storia di Persone, non solo di numeri. Avere considerazione di tutte le individualità e non solo dei gruppetti di riferimento, di chi ti lecca, di chi ti può fare un favore, del cittadino o del singolo componente di un gruppo, che ti teme, come classe dirigente, perché dimostri "autoritarismo" ma non "autorevolezza". Ecco perché la festa patronale non deve essere organizzata come "obbligo" politico, ma come simbolo di amore e rispetto di una comunità. Riflettiamo…

  • Giovanni Ronco
Standing Ovation

Standing Ovation

Standing Ovation è la rubrica culturale di TraniViva. Cinema, teatro, libri, arte: uno sguardo sulle idee culturali sviluppate in ambito cittadino con le recensioni puntuali del professor Giovanni Ronco

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
Lotta all'amianto, porto e biciclette a noleggio: le pagelle Lotta all'amianto, porto e biciclette a noleggio: le pagelle Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
1 Nicola Landriscina, Leo Amoruso e Articolo 97 promossi a pieni voti Nicola Landriscina, Leo Amoruso e Articolo 97 promossi a pieni voti Insufficienza per nomine Amet e gestione Palazzetto
Dal cane trascinato per strada alle gare notturne di moto: è 0 in pagella Dal cane trascinato per strada alle gare notturne di moto: è 0 in pagella Seba Mastrulli e Cristoforo Todisco portano a casa un bel 10
1 10 in pagella per Pier Paolo Pinto, preparatore atletico dell'Aquila Azzurra Trani 10 in pagella per Pier Paolo Pinto, preparatore atletico dell'Aquila Azzurra Trani Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
Se anche il "cinese" Mazzilli non ha copertura politica, il giostraio Amedeo ha altri biglietti e ciuffi! Se anche il "cinese" Mazzilli non ha copertura politica, il giostraio Amedeo ha altri biglietti e ciuffi! Mazza e panella di Giovanni Ronco
Maggioranza di centrosinistra, Pd e dissidenti: è insufficienza Maggioranza di centrosinistra, Pd e dissidenti: è insufficienza Le pagelle settimanali di Giovanni Ronco
2 La (ex) nobile Trani dipende da questi quattro... La (ex) nobile Trani dipende da questi quattro... Il commento di Giovanni Ronco dopo il rinvio del consiglio comunale
Violenza sulle donne anche a Trani. Ma denunciare è ancora un tabù Violenza sulle donne anche a Trani. Ma denunciare è ancora un tabù Mazza e panella di Giovanni Ronco
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.