Scuola e Lavoro

Disoccupati e cassaintegrati, incentivi per 25mila euro

Per attività individuali e cooperative

Nell'ambito del programma per il welfare denominato Azione di sistema per il re-impiego di lavoratori svantaggiati, la Regione Puglia ha emanato un avviso pubblico per la presentazione di richieste di accesso agli incentivi per l'autoimpiego di lavoratori svantaggiati.L'avviso è pubblicato sul bollettino ufficiale (la numero 32 del 18 febbraio 2010).

L'incentivo, al lordo delle ritenute di legge, ammonta a 25.000 euro che saranno erogati in due tranche annuali di 12.500 euro. Sono finanziabili due tipologie di intervento: la creazione di attività lavorativa in forma individuale e la creazione di attività lavorativa in forma societaria o di cooperativa di produzione, di lavoro e dei servizi. L'attività lavorativa dovrà essere svolta dai beneficiari per almeno tre anni dalla concessione della prima tranche dell'incentivo da parte della Regione Puglia.I contributi verranno concessi sino ad esaurimento delle risorse disponibili che ammontano a 3.195.000 euro (si terrà conto dell'ordine cronologico di presentazione delle domande).

I destinatari dell'avviso sono i residenti nella Regione Puglia percettori di ammortizzatori sociali (anche in deroga), gli over 45 privi di un posto di lavoro, i collaboratori a progetto in regime di monocommittenza, i giovani con carriere discontinue e disoccupati da oltre 24 mesi.

La domanda di contributo deve essere consegnata esclusivamente a mano all'ufficio per le politiche attive del lavoro della provincia competente entro le ore 13 del 15 ottobre 2010 secondo le modalità indicate nel bando. Sul sito della Regione (nella sezione della formazione) è possibile prendere visione dell'avviso relativo all'autoimpiego e scaricare tutti gli allegati in formato word. Per maggiori informazioni è possibile contattare Italia Lavoro SpA (al numero 0805498111) o il centro per l'impiego.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.