Eventi e cultura

Giustizia: a Trani la presentazione del libro "Di padre in padre"

Venerdì incontro-dibattito presso lo Sporting Club

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
In questi anni molti padri hanno portato con forza alla luce la questione "paternità", spesso oscurata dalla pratica e dalla retorica del ruolo paterno distinto, anzi opposto a quello materno. Un numero sempre maggiore di padri si è trovato a lottare per essere riconosciuti come genitori presenti fin dal concepimento nella vita dei figli e in grado di assolvere anche a compiti, doveri e responsabilità a torto creduti non tradizionali, che per loro convenienza o per necessità erano stati affidati per millenni alle madri.

Il maschio normativo sta scoprendo di avere caratteristiche affettive che erano, e purtroppo lo sono ancora, considerate un'esclusività femminile: dolcezza, rispetto, amore. Sono questi alcuni degli aspetti della paternità a cui tenta di dare risposta il libro "Di padre in padre. I tempi della paternità" (pagg. 144, Euro 15,00) pubblicato dalle edizioni la meridiana.

Il volume sarà presentato ufficialmente a Trani venerdì 19 dicembre, all'interno dell'incontro organizzato in collaborazione con l'Ordine degli Avvocati di Trani presso lo Sporting Club (inizio ore 15.30, Strada Vicinale Capirro, 1) sul tema della trasformazione della paternità alla luce della L. 54/06 sull'affidamento condiviso.

Parteciperanno all'iniziativa: Filippo Bortone, presidente del Tribunale di Trani, Fulvio Scaparro, docente di psicologia all'Università degli Studi di Milano e socio fondatore dell'associazione GEA, Titti Calfapietro, avvocato e mediatore familiare, e gli autori del volume Anna Coppola De Vanna, Fulvia D'Elia e Lazzaro Gigante.
Venerdì 19 dicembre 2008 - ore 15.30 - 18.30
Sporting Club Trani
Strada Vicinale Capirro, 1 - Ingresso libero
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.