Dr Hauze

A.A.A. Vendesi Trani

Dottor Hauze 32

E' di qualche giorno fa (http://www.traniweb.it/trani/informa/12954.html) la notizia che l'amministrazione comunale, effettuata una ricognizione (io ritengo parziale) del proprio patrimonio immobiliare, avrebbe stabilito un piano di alienazioni e valorizzazioni (?) comunali da allegare al bilancio di previsione 2010 (di previsione…. a giugno? Ridicolo). Da una parte la notizia è certamente positiva, atteso che è doveroso per l'amministrazione comunale far fruttare al meglio i propri beni. Dall'altra non posso non chiedere cosa sia stato fatto in proposito finora, atteso che taluni beni sono proprietà comunale da lungo tempo e non mi risulta che finora siano stati adeguatamente valorizzati. Riservandomi ulteriori valutazioni quando potrò sapere con esattezza quali beni si intendano alienare (ed a quale prezzo) e quali si intendano valorizzare (e soprattutto come), non posso esimermi da alcune osservazioni al volo.

Taluni dei beni citati non sono delle new entry, ma erano già stati oggetto di ripetuti (ed onerosi) tentativi di vendita all'asta che, in conclusione, hanno determinato solo risultati negativi per le casse comunali. E' cambiato qualcosa, oppure tali beni sono destinati a finire, ancora una volta, nel libro dei sogni delle vendite dell'amministrazione comunale di Trani? Altri beni, invece, provengono da cessioni di aree destinate alla realizzazione di urbanizzazioni primarie (strade) o secondarie (scuola). Chiedo, pertanto e pubblicamente, di conoscere se l'amministrazione comunale intenda perseguire le finalità per cui tali suoli furono acquisiti, oppure intenda semplicemente fare cassa, rinunciando ai servizi. Probabilmente, come al solito, interrogato il morto...

L'emblema di tale irragionevole rinuncia è data dal suolo adiacente (facente parte di) villa Guastamacchia. Come già ricordato in tempi non sospetti (http://www.traniweb.it/trani/informa/11422.html), tale suolo fu donato dall'avvocato Guastamacchia perché diventasse una casa di riposo. Ad oltre trent'anni dalla morte del benefattore, ancora non si è visto nemmeno il progetto di tale casa di riposo (mentre c'è già quello del teatro comunale), tant'è che lo scrivente, aveva provocatoriamente proposto, in attesa di realizzare la casa di riposo, di provvedere almeno ad attrezzare l'area con opere di facile ed immediata realizzazione come, ad esempio, un campo di bocce. Tale proposta veniva pubblicamente ritenuta condivisibile dal sindaco (http://www.traniweb.it/trani/informa/11454.html), e forniva sponda ad autorevoli interventi, che allargavano il discorso sui bisogni degli anziani, da parte di Felice Di Lernia dell'Oasi 2 (http://www.traniweb.it/trani/informa/11466.html) e di Vito Piazzolla del comitato di quartiere Stadio (http://www.traniweb.it/trani/informa/11502.html).

Sono passati quasi sei mesi da quella proposta ed ancora non è stato fatto nulla, ma si continua ad ipotizzare la cessione di tale area, che peraltro rappresenta uno dei pochi spazi verdi fruibili del quartiere Stadio. Per la verità avevo fatto anche una proposta seria che avrebbe permesso di salvare capra e cavoli, ma sembra che nessuno se ne sia accorto. Sic! Inoltre, per quella che è la vicenda giudiziaria relativa a tale suolo, per motivi oggettivi e soggettivi, appare tutt'altro che consigliabile alienare quell'area, non attraverso una procedura ad evidenza pubblica, ma attraverso una transazione (di cui per ora non è dato conoscere i termini) con un privato con il quale è in corso il contenzioso (in appello favorevole al Comune di Trani).

In altre parole temo che una soluzione troppo disinvolta della vicenda Guastamacchia possa diventare una buccia di banana per l'amministrazione comunale (ed in primis per il sindaco che, essendosi decisamente e pubblicamente impegnato, quantomeno andrebbe a fare una figura di melma), con eventuale danno patrimoniale per le casse comunali. E, come da suggerimento del caro avvocato Francesco D.M. dichiaratosi simpaticamente "uno dei 23", per questa volta è sufficiente.
P.S. Impegnatissimi SS.RR.CC. non avete da dire niente sulla scandalosa vicenda dei terreni fantasma per la costruzione di case nella ex 167, in molti casi, già iniziate a pagare dai cittadini? Possibile che di questa scabrosa storia non gliene freghi niente a nessuno (civica amministrazione, partiti, legge) ? Nemmeno ai 23 lettori di questa rubrica? Su, fatemi sapere! O volete che la pianti e non evidenzi più i ciambotti?

Un'ultima cosa. Evidentemente ho un pc alla peronospora. Quando batto richieste di lumi su di una qualsivoglia vicenda amministrativa, secca! Non solo la mia domanda ma anche la vicenda a cui mi riferisco. Alcuni esempi. Appalto del gas? Boh! Bar 3 Palme? Boh! Campo sportivo? Boh! Appalto delle affissioni? Boh! Cooperativa La Rosa Blu di Bitonto? Boh! Capannoni per la giustizia? Boh! Teatro comunale? Boh! Eccedaje! E ancora deve uscire il meglio! Ci voglio riprovare e chiedo qualche chiarimento ai SS.RR.CC. sperando, questa volta, di essere più fortunato.

Dunque, premesso che sono sempre disponibile e titolato per fare l'amministratore delegato di Amet SpA, posso conoscere come si è chiuso il bilancio 2009 della predetta società che, se non erro, è proprietà di tutti i tranesi? Può pagare, ad esempio, rate di leasing da 70mila euro mensili? Grazie per l'attenzione e, anticipatamente, per il cortese riscontro, se ci sarà. Ai nostri rappresentanti consiliari: Buon riposo!
  • Roberto Visibelli
Dr Hauze

Dr Hauze

La rubrica a firma di Roberto Visibelli

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
SForza Italia e la ballata dell'illegalità SForza Italia e la ballata dell'illegalità Maretta Ferrante-Laurora, gli affidamenti diretti e il ricordo di Roberto Visibelli
Pubblicità, spuntano autorizzazioni del comandante di Pm Pubblicità, spuntano autorizzazioni del comandante di Pm Le richieste di installazione dei parapedonali risalgono al 2011
Lavori nel Comune: indagati Modugno e l'ex Guidotti Lavori nel Comune: indagati Modugno e l'ex Guidotti Nel mirino della procura l'appalto per la realizzazione della sede interforze di polizia giudiziaria
Uffici Bat in via De Gemmis, 2 avvisi di garanzia Uffici Bat in via De Gemmis, 2 avvisi di garanzia Inchiesta della Procura sul cambio di destinazione d'uso dell'immobile
Forza Trani non si esaurirà con la scomparsa del suo leader Forza Trani non si esaurirà con la scomparsa del suo leader Il dopo Visibelli nelle parole di Di Lernia e Dell'Oglio
Addio a Visibelli, satiro guerriero Addio a Visibelli, satiro guerriero Il ricordo di Giovanni Ronco
L'ultimo saluto di Trani a Roberto Visibelli L'ultimo saluto di Trani a Roberto Visibelli Nel pomeriggio a San Domenico si sono celebrati i funerali
Mastrulli: «Intitolare una strada di Trani a Roberto Visibelli» Mastrulli: «Intitolare una strada di Trani a Roberto Visibelli» La proposta è del segretario nazionale Osapp
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.