Idea Lavoro
Idea Lavoro
Inbox

Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora?

Per lo sviluppo del territorio Spallucci (Omi Trani) propone un'assessorato all'Innovazione

Trani ed i tranesi, un po' di anni addietro nella storia locale, credevano di essere il centro del Mediterraneo, la Perla dell'Adriatico, l'Atene delle Puglie. Ed ora? Quali desideri hanno i tranesi per realizzare e vivere in una bella citta', aperta al mondo che cambia, agli altri, alle innovazioni continue? Ovviamente non bisogna confondere I desideri con I bisogni. Il desiderio e' una mancanza mai completamente soddisfatta, e' una tensione, una ferita sempre aperta.

Il mio odierno desiderio e' quello di istituire da subito un'assessorato all'innovazione. Per permettere agli inmovatori, soprattutto a quelli digitali sociali, di essere una voce ed una parte attiva e generativa di cambiamento. Per sviluppare la crescita sostenibile che abbia un reale impatto con tutta la citta'. Ed ovviamente con questa proposta intendo stimolare un impegno politico di lungo periodo che sia capace di investire in formazione, infrastrutture e progetti che possano esprimere il potenziale anche sociale offerto dalle nuove tecnologie.

Nella comune consapevolezza che tutti dovremmo aver chiaro I sei pilastri in cui indirizzare il cambiamento : I servizi alla persona, il sistema produttivo, il territorio e l'ambiente, il patrimonio storico e culturale, il sistema infrastrutturale, il sistema delle scuole e della conoscenza. Mi chiedo e vi chiedo: dove sono le nostre intelligenze, dove sono le passioni, I desideri, le volonta' concrete? Dov'e' la cultura intesa come elaborazione di un pensiero e quindi di un "progetto di citta'" soprattutto per chi non si rassegna al lasciare fare (anzi non fare) ed alla irrilevanza?

Dove sono gli spazi di dialogo, della comprensione dei problemi, dell'offerte di soluzioni possibili, dei luoghi dell'educazione alla cittadinanza attiva? Dove sono I politici che sono capaci di non ridurre la politica a propaganda, I cattolici impegnati in politica con lo spirito di servizio e del senso delle istituzioni e del bene comune? La politica deve agire per costruire il bene di tutti, per dare risposte che ancora mancano e ridare futuro ai giovani e forza alle famiglie.

Cio' di cui non si sente proprio bisogno e' una continua lista di cose da fare e cose che non vanno. Cio' che tutti possiamo fare e' indicare la via del bene comune, essere vicini a chi e' piu' in difficolta', costruire progetti realizzabili, rimboccarci intelligenze-cuori-mani per diventare costruttori di futuro. Iniziando dai semplici gesti quotidiani: scegliere la lettura di un buon libro rispetto alle ore trascorse svagatamente davanti alla tv o al computer, preferire la compagnia della moglie e dei figli, fare visita ad un amico, occuparsi in altro per il bene comune.

All'interno della bozza progettuale della candidatura di Trani a capitale italiana della cultura 2021 vi e' inserita la costituzione della Sec - Scuola di Economia Civile. Tra gli obiettivi di questa nuova presenza culturale nella nostra citta' vi e' quella di formare ad una nuova economia. Vi immaginate come diventerebbe la nostra citta' se tutti lavorassimo meno e tutto ci prendessimo cura degli altri? Ognuno che lavori non piu' di 30 ore la settimana e che dedichi non meno di 12 ore alla cura dei familiari e concittadini!

L'utopia puo' diventare realta'! L' impossibile diventa possibile perche' dipende anche da noi, dall'impegno di ciascuno che decide dove e come e' meglio allocare il proprio tempo. La letteratura e l'arte ci fanno crescere e diventare uomini di cuore aprendoci al paradigma della pienezza che dobbiamo saper costruire insieme. Per essere come il terreno che senza sforzi produce frutti, come la lucerna che non deve sforzarsi per fare luce, come il sale che non fa alcuno sforzo per dare sapore ai piatti. Per "dare" che e' la vera legge della vita. A Trani come altrove.

Mauro Spallucci,
fondatore Omi Trani
  • Mauro Spallucci
Altri contenuti a tema
Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza La lettera in redazione di Mauro Spallucci
Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi Ecco i criteri utili per una corretta informazione
Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi)
Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Mauro Spallucci (Omi Trani): «Esperienza consigliata a tutti i tranesi»
Trani: una città bella ma senza anima Trani: una città bella ma senza anima Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi Trani)
Hai compiuto 18 anni? L'Unione europea ti regala un pass ferroviario da 500 euro Hai compiuto 18 anni? L'Unione europea ti regala un pass ferroviario da 500 euro L'iniziativa per stimolare la conoscenza e la cultura di popoli diversi
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.