Gennaro Palmieri
Gennaro Palmieri
Inbox

Uildm Trani: «Vaccino in tempi brevi per persone affette da patologie invalidanti neuromuscolari degenerative»

Gennaro Palmieri rivolge un ancorato appello al Consiglio dei Ministri

Riportiamo la lettera aperta indirizzato al Ministro della Salute, al Ministro della Disabilità, Consiglio dei Ministri,Comitato Tecnico Scientifico, Regione Puglia a firma di Gennaro Pamieri (Uildm Trani).

Egregio Ministro,

Le scrivo in qualità di Responsabile Legale dell'Associazione UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) Sezione di Trani (BT), ramificazione della Direzione Nazionale con sede in Padova, composta da altre 66 Sezioni localizzate in 16 regioni italiane e in 58 province diverse. L'associazione promuove, con tutti i mezzi la Ricerca Scientifica e l'informazione sanitaria sulle Distrofie Muscolari Progressive ed altre Malattie Neuromuscolari Degenerative a causa di disfunzioni Genetiche; promuove e favorisce l'integrazione sociale della persona disabile; si occupa delle Malattie Rare, oltre che impegnarsi, da sempre, per il superamento di tutte le Barriere Architettoniche di qualsiasi natura esse siano.

Come già richiesto dal Presidente Luca Genovese dell'Associazione Parent Project aps, in cui manifestava tutta la propria preoccupazione riguardante la tempistica per la somministrazione del vaccino Covid 19 alle persone affette da patologie invalidanti Neuromuscolari Degenerative, considerando che ad oggi non esiste un piano vaccinale per persone affette da tali patologie, valutando che il Covid 19 colpisce maggiormente l'apparato respiratorio e che persone affette da patologie Neuromuscolari degenerative (Distrofie Muscolari, Atrofia Muscolare Spinale, Sclerosi Laterale Amiotrofica, ed altre Malattie Rare) sono più esposte ed attaccabili a complicazioni di tipo respiratorio di una certa gravità, è naturale e necessario che siano, eccezionalmente garantiti, rispetto al rischio di contrarre il Covid-19.

Per questo invitiamo, anche noi, le Istituzioni, a predisporre, nel più breve tempo possibile, un incontro con le maggiori società scientifiche specializzate in malattie neuromuscolari, in seguito al quale poter redigere regole prioritarie e temporali di inclusione nel piano vaccinale controllati, tenendo ben in vista le reali esigenze prioritarie dei pazienti, dei loro familiari e dei caregiver.

Confidando in un Vs. immediato e concreto riscontro, porgo distinti ossequi.

  • Covid
Altri contenuti a tema
Covid, in Puglia segnali di ripresa della pandemia Covid, in Puglia segnali di ripresa della pandemia Secondo il monitoraggio +38,1% casi in una settimana
Primo maggio, da oggi l'Italia dice addio al green pass Primo maggio, da oggi l'Italia dice addio al green pass In vigore fino al 15 giugno l'obbligo di mascherine al chiuso
Vaccini, la somministrazione della quarta dose in Puglia procede a rilento Vaccini, la somministrazione della quarta dose in Puglia procede a rilento Lo rileva il report della Fondazione Gimbe
Vaccini, dal 26 aprile al via anche a Trani la somministrazione della quarta dose per over 80 Vaccini, dal 26 aprile al via anche a Trani la somministrazione della quarta dose per over 80 La somministrazione deve avvenire dopo almeno 120 giorni dalla dose di richiamo (booster)
Michele Emiliano positivo al Covid: è asintomatico Michele Emiliano positivo al Covid: è asintomatico L'annuncio dato direttamente dal presidente della Regione Puglia
Covid, i tamponi disposti dalle autorità sanitarie restano gratuiti in Puglia Covid, i tamponi disposti dalle autorità sanitarie restano gratuiti in Puglia Prosegue il lavoro del Dipartimento regionale di Promozione della Salute
Covid, l'Italia verso il decreto di aprile: che cosa cambierà Covid, l'Italia verso il decreto di aprile: che cosa cambierà Tutte le nuove regole decise dal Governo per uscire dall'emergenza
Covid, aumentano i ricoveri nelle Terapie intesive Covid, aumentano i ricoveri nelle Terapie intesive Dal 21 al 24 marzo il tasso di occupazione è passato dal 5% all'8%
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.