Portale della Cattedrale di Trani in bronzo del Barisano da Trani
Portale della Cattedrale di Trani in bronzo del Barisano da Trani
Inbox

Un politecnico delle arti per rilanciare Trani

Il punto di vista di Mauro Spallucci

I turisti vengono, si fermano restando a bocca aperta davanti alla Cattedrale. A guardare cosa abbiamo ereditato noi che quasi non ci accorgiamo piu di una ricchezza unica che nessun altro Paese possiede. Poi in giro per la città. Chiasso, rumore, richiami di ristoranti, vetrine per desideri da acquistare. Poi il Castello Svevo, il porto, le chiese, la villa comunale, le piazze,i palazzi storici, il lungomare, il monastero di Colonna con la sua penisola. Ed ancora tanto altro. Musei, librerie, biblioteca. Ed ancora viuzze, vecche strade, portici e strade strette che fanno corona ad altri monumenti. Oggi la città può migliorare l'accoglienza, l'ospitalità, la permanenza, la buona vita. Ad iniziare dalla collaborazione dei cittadini che stanno rimboccandosi le maniche e le intelligenze costituendo associazioni, consorzi, soggetti aggregatori di iniziative qualificate. Cose da migliorare ce ne sono da fare. Cose nuove si devono fare. Chi ha idee e iniziative le porti a chi le deve conoscere, valutare, accogliere, rifiutare.

Sarebbe opportuno che Trani possa diventare sede di un progetto innovativo, unico in Puglia. Un Politecnico delle arti. I politici (Comune e Regione insieme) possono provare a fare "qualcosa di buono concretamente" pruomovendo la nascita di un percorso destinato a garantire la realizzazione del politecnico artistico pugliese
. Una istituzione innovativa di eccellenza. Un progetto capace di mettere insieme associazioni musicali, teatrali, musicisti e pittori, attori e poeti, cinema e teatro. Cosi si potebbe creare una sinergia culturale tra gli insegnanti musicali e le arti figurative, con la nascita di nuove proposte formative. Ovviamente bisogna far quadrare i conti e rispettare diversi vincoli di bilancio.

Bisogna investire per guardare al futuro. Si possono mettere a disposizione alcuni immobili pubblici già disponibili oppure da restaurare con fondi pubblici. Ed ancora. Un settore potrebbe essere dedicato a un polo tecnologico settoriale : graphic design, tecniche di visualizzazione, informatica per la grafica, applicazioni grafiche per le arti visive, e tanto altro. Tutto questo potrebbe premiare tutti. Per costruire innovative attività di alta formazione e di iniziative culturali. Per diventare un simbolo di eccellenza per la TRANI Mediterranea. La città di oggi che si trasforma per aggiungere altri luoghi nuovi : auditorium, spazi nuovi anche all'aperto. Il clima lo permette. I cittadini lo vogliono. I politici lo devono. Da oggi, perché domani potrebbe essere già troppo tardi. I Festival, I Dialoghi, i Concorsi, le iniziative sportive ed enogastronomiche, possono crescere.


A queste rotte già tracciate se ne possono aggiungere di nuove: nella piccola industria, nella moda, nell'agricoltura. Rafforzare l'impegno deve essere la nuova parola d'ordine di ciascuno tranese per il bene delle nuove generazioni. Poiché studiare e voler costruire il nostro pezzetto di mondo vuole dire già cambiarlo, anzi renderlo migliore. Passando dalle idee ai fatti.


Mauro Spallucci - Organismo a Movente Ideale

  • Mauro Spallucci
Altri contenuti a tema
Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza La lettera in redazione di Mauro Spallucci
Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi Ecco i criteri utili per una corretta informazione
Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi)
Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Mauro Spallucci (Omi Trani): «Esperienza consigliata a tutti i tranesi»
Trani: una città bella ma senza anima Trani: una città bella ma senza anima Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi Trani)
Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora? Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora? Per lo sviluppo del territorio Spallucci (Omi Trani) propone un'assessorato all'Innovazione
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.