La NarraVita

La "NarraVita": Ecco Rachele Lomolino ed Emilia Pignataro

Oltre le gambe c’è molto di più: Oggi due storie dedicate alle donne

In questa che è la settimana dedicata alla violenza sulle donne mi sembra doveroso dedicare la mia rubrica a due donne. Due grandi donne.

Quando le incontro in un bar del centro mi immagino un romanzo di Gabriele D'annunzio del 1888 in cui il protagonista, Andrea Sperelli, è infinitamente in bilico tra due donne: Elena Muti, la femme fatale, bruna e spigolosa e Maria Ferres, bionda e angelica.
La "NarraVita": Oggi due storie dedicate alle donne
Recupero tutta la mia concentrazione perché, non fosse altro che per l'apparenza fisica, queste due donne con la letteratura c'entrano ben poco. Sono giovani, sono belle ma soprattutto sono due donne che si sono create, "fatte" da sole, con l'appoggio certo di amici e parenti. Rachele Lomolino, classe 1982 dal 2006 è l'amministratore di un'azienda nel settore calzaturiero, OndePiane mentre Emilia Pignataro, classe '80 è titolare di Emilia Acconciature, salone di parrucchiere dal 2009.

Cosa centrano due ambiti lavorativi così distanti tra loro? Forse nulla, se non il fatto che in entrambi i casi queste due giovani donne sono diventate imprenditrici del proprio lavoro, con sacrificio e fatica, con indipendenza e preoccupazione e che fortunatamente possono dire di avercela fatta.

Rachele Lomolino ha acquisito un'azienda di famiglia con una storia di oltre quarant'anni alle spalle. Racconta con molta emozione di essersi sempre sentita appassionata da questo lavoro, di aver sempre sentito forte quest'amore per un lavoro che la legava a suo nonno, cui deve questa grandissima fortuna. OndePiane è un'azienda che ha superato la crisi che il settore calzaturiero ha dovuto affrontare negli scorsi anni nella nostra città, ha barcollato, ha rischiato ma grazie ad un cambio gestionale e ad innumerevoli sacrifici è riuscita a superare il tracollo e ad affermarsi nel mondo di settore e può contare oggi una grande produttività e la partecipazione alle maggiori fiere del territorio nazionale.

Emilia Pignataro ha creato tutto ex novo. Ha iniziato come molti giovani la scuola tecnica per poi scoprire sempre più forte la passione per il mondo dei parrucchieri e ha convinto la sua famiglia a sostenerla nella scuola professionale Cesvim, che ha un costo elevato e poco accessibile. Diplomatasi ha iniziato a lavorare come dipendente in alcuni saloni molto famosi a Trani, sperando di riuscire ad affermarsi. Ma quando la passione è forte e il lavoro è l'unico mezzo che hai per affermarti sempre di più decidi che il passo verso l'indipendenza è breve. Decide allora di prendersi la responsabilità del proprio lavoro e di aprire, non con pochi sacrifici il suo salone, famoso adesso, come i saloni in cui ha prestato servizio senza che nessuno ne riconoscesse il genio.

Affermate e felici, trascorrono le loro giornate immerse nel lavoro e non sentono la stanchezza perchè sia in un caso che nell'altro stanno ottenendo giorno dopo giorno gratificazione e successo. I sorrisi delle clienti, gli ordini che si moltiplicano, le ore che passano veloci. Non importa se le loro professioni così distanti tra loro le hanno portate ad essere differenti da amici e coetanei che trascorrono le serate a far tardi. Per loro la sveglia suona.

Sono molto sicure e fiere, sono arrabbiate con uno Stato che le obbliga a versare importi inadeguati e contributi per una pensione che come tutti i giovani non vedranno mai, ma sono felici, soddisfatte e soprattutto appagate. Appagate dal lavoro, appagate dalla fatica, appagate dal sacrificio e molto di più dal poter dire oggi a distanza di anni "Io non ho sbagliato".
  • Donne
  • Lavoro
  • La "NarraVita"
Altri contenuti a tema
Anche un tranese protagonista del "Bari San Nicola Air Show 2019" in onore del Santo Patrono Anche un tranese protagonista del "Bari San Nicola Air Show 2019" in onore del Santo Patrono Si tratta di un'ufficiale pilota del Reparto Sperimentale volo
Primo maggio: a Trani Cgil, Cisl e Uil rilanciano la sfida per i diritti nella Bat Primo maggio: a Trani Cgil, Cisl e Uil rilanciano la sfida per i diritti nella Bat Il sindaco Bottaro: «Oggi non posso non pensare con amarezza alle quotidiane richieste di aiuto che mi giungono»
Agitazione Polizia penitenziaria: «Il Governo del cambia-niente non mantiene le promesse» Agitazione Polizia penitenziaria: «Il Governo del cambia-niente non mantiene le promesse» La Fp Cgil Bat interviene nella giornata di mobilitazione nazionale
Lavoro, opportunità per i giovani di Trani nel settore del turismo Lavoro, opportunità per i giovani di Trani nel settore del turismo A partire dal 18 marzo nuova offerta formativa a cura di Prometeo Puglia
1 “Viva” le donne, che parlano, agiscono, comunicano “Viva” le donne, che parlano, agiscono, comunicano Le giornaliste del network Viva raccontano il loro lavoro
Aiutare i giovani e le imprese, Trani potrebbe ripartire da un fondo di garanzia Aiutare i giovani e le imprese, Trani potrebbe ripartire da un fondo di garanzia Nuova proposta di Mauro Spallucci (Omi)
Sede Inps di Trani, contro la chiusura anche l'Unione generale del lavoro Sede Inps di Trani, contro la chiusura anche l'Unione generale del lavoro Il segretario regionale Sanzò chiede ai vertici di rivedere la posizione presa
Anche Confesercenti Bat al Salone del Franchising di Milano Anche Confesercenti Bat al Salone del Franchising di Milano Un'opportunità per chi desidera aprire nuovi punti vendita sul territorio
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.