Le Pagelle

Comitato Pozzopiano, Amedeo Bottaro, stagione teatrale e tanti altri

Le Pagelle di Giovanni Ronco

COMITATO POZZOPIANO, voto 8: dopo il pressing sull'amministrazione sulle svariate problematiche che riguardano il quartiere (in primis il nodo della strettoia di via Pozzopiano, con promesse del sindaco – voto 4 - che ancora una volta non hanno convinto, durante l'ennesimo sopralluogo) ecco un atto concreto: la pulizia del monumento dedicato alla memoria di Antonio Cezza. Ennesimo segnale di civismo da maniche rimboccate con cittadini organizzati e motivati che si sostituiscono sempre più alla politica, sempre più affaccendata in questioni da "poltrona glia". PRESENTE.

ALA, VERDINI & co, voto 3: sul territorio se non sbaglio il riferimento è l'ex AN biscegliese Amoruso, ma stavolta il voto è al metodo nazionale: no poltrona? No party? Nel senso che senza poltrone "a la carte", questo neonato movimento ha negato la fiducia al governo da Decimo (specializzato in fotocopie, questa la potevano capire solo i tranesi). Ma l'ex macellaio Verdini, sodale prima del Berlusca e poi dello stesso Renzi fino a ieri, ha toppato nel non farsi una passeggiata a Trani. Avrebbe imparato il metodo "dietro la porta, bingo": avrebbe dovuto stazionare ogni giorno dall'alba al tramonto- con sole pause per pipì ed un tramezzino- dietro la porta di Renziloni, alias Gentiloni, come fatto a Trani da parte di consiglieri specializzati nella raccolta di bambascioni, dietro la porta di Amen deo. Per la serie, gli scolaretti superano il maestro. Ma un maestro sempre resta Verdini, anche per i prossimi che vorranno essere accontentati da Bottaro. No poltrona? No party! PAUSA PRANZO.

AMEDEO BOTTARO, voto 6: e arrivò la prima sufficienza per il sindaco. La riapertura della scuola Pertini, dopo promessa in tal senso e nodo al fazzoletto, con immediato slancio d'esaltazione ("non sono Superman") gli vale una prima sufficienza in questa rubrica. Una promessa mantenuta da un politico, di questi tempi, è merce rara, specie se sindaco, sepolto fino al collo dalla melma di consiglieri questuanti, pochi soldi al Comune e squadra al seguito non proprio formata da fuoriclasse . Poteva essere anche un sette, ma l'ennesima insufficienza sui fitti casa ancora non pagati (sveglia: al Comune di Barletta hanno provveduto ad anticipare i soldi per poi attendere il rimborso dalla Regione,a Trani ancora nulla) e l'invito a lavorare giorno e notte non proprio elegante nei confronti d'una macchina comunale cronicamente penalizzata dal poco personale (mai un con concorso!), lo portano ad una sufficienza comunque strappata coi denti. VENUTO AL MONDO.

STAGIONE TEATRALE voto 4: abbiamo contatto il neo assessore Di Lernia che si è detto in attesa d'una risposta dal teatro Pubblico Pugliese per un pacchetto di 4 spettacoli, nell'ambito di un percorso culturale che lui stesso ha intenzione d'intraprendere. Lo abbiamo ricontattato per avere anche noi la risposta ma il cellulare sta ancora squillando, mentre scriviamo (poi s'innesta la segreteria telefonica, poi chiudiamo e completiamo questa pagella) Al Teatro Impero la direzione ci fa sapere che ad oggi, metà dicembre, non sono stati ancora contattati e nulla sanno. Tempi non rispettati comunque sulla tabella di marcia. SIPARIO (ANCORA) CHIUSO.

NUOVA COMMISSIONE, voto 4: consiglieri d'opposizione, allertati dal nostro articolo di questa settimana su Mazza e Panella, si sono ricordati che giorni fa il sindaco inviò loro un invito a fornire nome per questa nuova commissione. Tra l'altro rassicuro i lettori e mia moglie che s'erano preoccupati per la scommessa che avevo posto su di un mio testicolo (volgarmente detto "palla") sul tema trattato da questa neonata commissione: un consigliere della minoranza ci conferma che trattasi di edilizia. Allegria! Come diceva la buonanima di Mike! Ma tutti si chiedono: "A che serve una nuova commissione consiliare o paraconsiliare?" Gettoni o interessi? Contentini o argini ad un settore che tracima grane per l'amministrazione? Vedi di nuovo pezzo in questione ma anche commenti molto significativi della situazione attuale, con aggiornamenti. PALLA SALVA.

MERITO AL TEMPO DI RENZI, voto 0: scusate la seconda divagazione. Finalmente ora la finiranno con questa menata del merito. In Italia il merito non conto un c. Lo dimostra il nuovo governo: gente sconfitta e chiaramente bocciata dagli italiani, si ritrova come la Boschi sottosegretario a Palazzo Chigi e ministro (vedi Alfano, Finocchiaro – che la riforma l'aveva scritta alla Boschi- Lorenzin, e co.). Più sei una mediocrità, in Italia, più la sfanghi sempre. La barzelletta del merito è solfa buona solo per illudere i giovani che studiano e s'impegnano? O per giustificare qualche mancetta elargita qua e là. Non come a Trani, dove i premi produzione delle municipalizzate valevano 60.000 euro a botta. Noi sempre avanti. Più che Renzismo… PARACULISMO.

SICUREZZA A TRANI, voto 3: scuole sempre devastate e "visitate", rapine e sparatorie, droga a gogo, commercianti gambizzati e cosa propongono le istituzioni, alias Prefetto? Allargare la vigilanza alle guardie giurate. Ma con quali criteri? Con quali mansioni specifiche? Ma come si fa ad arginare gente che spara e quasi uccide due commercianti con la guardia giurata? MISTERI NATALIZI.
  • Teatro
  • Pozzopiano
  • Teatro di Trani
  • Comitato Pozzo Piano
  • Amedeo Bottaro
Altri contenuti a tema
Presunti affari illeciti nel Comune di Trani, Bottaro rompe il silenzio: «Lasciamo lavorare i magistrati» Presunti affari illeciti nel Comune di Trani, Bottaro rompe il silenzio: «Lasciamo lavorare i magistrati» Le reazioni a seguito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Trani
Occupazione abusiva del suolo pubblico e musica alta, proseguono i controlli Occupazione abusiva del suolo pubblico e musica alta, proseguono i controlli Il sindaco: «Le regole vanno rispettate da parte di tutti»
Pittura autonomamente le fontane di Trani: il "cittadino modello" premiato dal sindaco Pittura autonomamente le fontane di Trani: il "cittadino modello" premiato dal sindaco «Questo comportamento esemplare non poteva passare sotto silenzio»
Zona di Colonna in preda al degrado, il Comitato Pozzo Piano sollecita urgenti interventi Zona di Colonna in preda al degrado, il Comitato Pozzo Piano sollecita urgenti interventi «Dovrebbe essere il fiore all'occhiello della città invece versa in uno stato di abbandono»
Ipotesi di "ricatti" rivolti al sindaco dai consiglieri della maggioranza: Bottaro smentisce Ipotesi di "ricatti" rivolti al sindaco dai consiglieri della maggioranza: Bottaro smentisce «Se così fosse lo avrei denunciato. Chiedo a tutto il gruppo il massimo impegno e coinvolgimento»
La festa a "L'Anziano e il Mar Morto" La festa a "L'Anziano e il Mar Morto" Mazza e panella di Giovanni Ronco
1 "Ie' ha salì" e "Devo andare": così finì il sogno degli ex dissidenti "Ie' ha salì" e "Devo andare": così finì il sogno degli ex dissidenti Dopo l'ultimo Consiglio comunale ciò che poteva essere, non é stato
Pozzopiano: Nacci facci sognare o facci la grazia Pozzopiano: Nacci facci sognare o facci la grazia Un quartiere residenziale e chic ma abbandonato dalle istituzioni
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.