Lima e Tomasicchio
Lima e Tomasicchio
Le Pagelle

Consiglieri, assessori e documenti: le pagelle politiche di Giovanni Ronco

Ottimo risultato per don Natale Albino, sacerdote mite ma tenace

EMANUELE TOMASICCHIO, voto 7,5: in un colpo solo svela inaudite magagne a favore dell'ospedale di Bisceglie, vedi articolo di ieri di Alessandra Vacca, con sperequazione a sfavore dell'ospedale tranese. Il ridimensionamento e la morte del nostro ospedale causa di una specie di sorteggio con palline calde (in questo caso quelle biscegliesi? Quelle tranesi erano fredde e nel frattempo anche svuotate e afflosciate). Fuori di metafora siamo stati fottuti per magagne e omissioni? L'ospedale di Bisceglie era il Real Madrid della Bat e noi il Getafe? Ora Tom deve risalire al periodo e dirci chi non ha controllato (da Trani) sulle magagne. Poi la richiesta a Bottaro di chiedere di bloccare l'ordinanza di Emiliano sul definitivo "funerale" dell'ospedale di Trani è richiesta sacrosanta. Ma il sindaco stavolta risponde? O è impegnato a far firmare la Bolla Papale di Amedeo I (leggi il documento salvavita per il suo governo?).

RAIMONDO LIMA, voto 5: il voto è una media tra la sufficienza del nuovo divertente video sbarazzino, -girato a strapiombo sul lungomare, in una veste più giovanile (via gli occhialoni, via molti chili, via pure un bel po' di capelli) per chiedere a Bottaro le dimissioni che non darà mai- e l'insufficienza per aver perso Tomasicchio dal suo partito senza dare precise spiegazioni. La gente non ha ancora capito nulla circa il divorzio. Fu annunciato l'ingresso con tanto di felicitazioni, annunci e brindisi, con Tomasicchio che si presentò con un già infausto megamaglione a collo altissimo, come non si vedevano dai tempi delle serie americane anni 70, tipo "Una famiglia americana"; poi questa separazione poco chiara e sicuramente dannosa per FDI, in termini di esperienza persa.

DOCUMENTO BOTTARO, voto 5: i contenuti di questo documento sono più o meno quelli enunciati alla fine di tante riunioni chiarificatrici (promesse di condivisione e impegni a non litigare) con una novità a latere che non sappiamo se presente effettivamente nella Bolla papale di Amedeo I: se qualcuno continua a remare contro, nella maggioranza, ci si vedrà costretti a fare ricorso a nuova linfa esterna. Ma se il prodotto interno di questa maggioranza è stato tanto scadente finora (i mancati risultati sono sotto gli occhi di tutti) ben venga anche il prodotto … da importazione, leggi rinforzi dall'opposizione o nuovi profili si spera più degni. Quante volte, per continuare a farci le spremute anche quando non ci sono arance italiane, abbiamo comprato quelle spagnole? Si proverà anche questo esperimento. Ma queste sono manovre da ricerca di stabilità da fare ad inizio mandato, non a due anni scarsi dalla fine. Altri due bilanci approvati e ci siamo … coraggio Trani. Due anni per guarire o per morire. La luce in fondo al tunnel?

CONSIGLIERI, ASSESSORI E DOCUMENTO, voto 4: ridda di voci, pompieri che fingono che tutto vada bene, in quanto ben remunerati da incarichi, consiglieri che hanno tentato di giocare su più tavoli, gente spaesata e poco convinta, bottariani di ferro che credono nel documento salvifico, gente che dice: "Frmam… tant nan serv a nu cacch'", altri pronti alla critica di questa amministrazione, che "sta facendo come e peggio di quella Riserbato". E' vasto il bestiario che contribuisce alla definitiva distruzione del centro – sinistra tranese. La destra e/o i Stelle ringrazia ringraziano sentitamente. Ho amici di sinistra che ormai vivono nell'ombra senza nemmeno intervenire più, rassegnati alla fine di una parte politica affogata da individualismi, poca cultura istituzionale e tristi snob (arroganti) di paese, come quei personaggi di Amarcord di Fellini, persi nelle loro fisime e nella loro realtà fittizia, lontana dai veri disagi dei cittadini.

DOCUMENTO CENTRO – DESTRA UNITO, voto 6: ribadiamo che il percorso resta lungo e ricco di trappole o con rischio sorprese (i candidati sindaco non finiscono mai, di settimana in settimana: si profila lo spettro delle Primarie per il 2020), ma già il raggiungimento dell'unità su questioni scottanti (tipo la combriccola di parenti e non solo di politici, di csx, in STP) che invece da quella parte si finge di non vedere, è segnale incoraggiante e positivo. Ricordando che anche il cdx non rinunciò a nomine di parenti e che l'attuale ci aveva promesso un cambiamento, come pubblico imbambolato durante una partita di tennis, vediamo se il cdx è rinsavito dopo le mazzate prese. L'attuale csx appare già pugile al tappeto, con ancora qualche gridolino social da parte di qualche miracolato, o illuso, che spera ancora di "ricogliere" qualcosa per se o per i propri cari. Come i giocatori a fine carriera che sperano di strappare qualche contratto a qualche gonzo, prima di appendere definitivamente le scarpette al chiodo.

DON NATALE ALBINO, voto 9: il nuovo incarico dal sapore missionario in Centro Africa, territorio caldo sotto tutti i punti di vista, è segnale di fiducia nei suoi confronti. Un sacerdote mite ma dalla grande tenacia che vede davanti a se un impegno gravoso ma stimolante. Ad maiora.

DEGRADO COLONNA, voto 2: bene ha fatto a denunciarlo la consigliera Tolomeo, voto 7, ma giustamente lei è parte integrante di questa maggioranza e qualcuno, tipo Paola Mauro di Forza Italia (voto 7) glielo fa notare senza ipocrisie. Quell'acqua piovana che col caldo diviene putrida, non rimossa, nel pieno dell'estate è un pugno nell'occhio ed una prova d'incuria e degrado, un pessimo bigliettino da visita. Dicevamo, riprendendo la Mauro, che a queste cose dovrebbe pensarci amministrazione prima che una sua stessa consigliera, comunque coraggiosamente, lo faccia notare.
  • Raimondo Lima
  • Emanuele Tomasicchio
Altri contenuti a tema
Urbanistica, Lima: «A Trani ci sono i comparti di serie A e serie B» Urbanistica, Lima: «A Trani ci sono i comparti di serie A e serie B» Il consigliere FdI-An interviene su quanto accaduto in Consiglio comunale
Potatura in piazza della Repubblica, per Tomasicchio uno «spettacolo devastante» Potatura in piazza della Repubblica, per Tomasicchio uno «spettacolo devastante» Il consigliere di centrodestra: «Quale criterio è stato adottato per l'affidamento dei lavori?»
In quarta commissione si dimette il presidente Laurora (Verdi) In quarta commissione si dimette il presidente Laurora (Verdi) Scoppia la polemica, Lima: «Se fossi stato anch’io una “stampella” il problema l’avrebbero già risolto»
1 Quindici anni fa la strage di Nassirya, quattro esponenti del centrodestra omaggiano i caduti Quindici anni fa la strage di Nassirya, quattro esponenti del centrodestra omaggiano i caduti Ma non manca la polemica: «Dispiace constatare l'assenza dell'Amministrazione Bottaro»
Elezioni provinciali, i dubbi di Lima: «Emiliano e Spina sono o no esponenti del Pd?» Elezioni provinciali, i dubbi di Lima: «Emiliano e Spina sono o no esponenti del Pd?» Il segretario provinciale di Fratelli d'Italia all'indomani dell'esclusione della lista capeggiata da Emiliano e Spina
1 Non solo il nome di una via: ecco chi era Attilio Perrone Capano Non solo il nome di una via: ecco chi era Attilio Perrone Capano Il ricordo commosso del consigliere Emanuele Tomasicchio
3 Dissesto politico e idrologico: un altro zero in pagella Dissesto politico e idrologico: un altro zero in pagella Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
Verde pubblico e manutenzione degli immobili, Lima (Fdi): «Continua il malvezzo delle proroghe» Verde pubblico e manutenzione degli immobili, Lima (Fdi): «Continua il malvezzo delle proroghe» Il consigliere critica la scarsità e le lungaggini delle gare d'appalto
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.