Sacchetti della spesa
Sacchetti della spesa
Mazza e panella

Ma con quei prezzi alle stelle non ci siamo

Mazza e panella di Giovanni Ronco

A cosa serve fare tanti bei discorsi, dire che si deve remare tutti nella stessa direzione, dire che bisogna aiutare i bisognosi, se poi ci rendiamo conto che ci sono alcune categorie di commercianti che stanno "gonfiando" i prezzi nella vendita al dettaglio? E sta succedendo anche per beni di prima necessità, non certo per quelli cosiddetti superflui. Colgo l'occasione per allargare il dibattito dopo aver letto un post su FB del nostro direttore e collega Giuseppe Di Bisceglie, scritto proprio nel giorno di Pasqua e che denunciava vere e proprie forme di sciacallaggio, proprio in questo momento delicato.

E' l'ennesima contraddizione dei nostri giorni: si è bravi e solidali a parole: aiutare il prossimo, rispettare le regole, remare, resistere, onorare le categorie a rischio (medici e infermieri in primis): poi quando ci trova a "gestire" i propri interessi o se per caso le vicissitudini legate al virus, vanno a toccare guadagni, comodità, vantaggi dei singoli, ecco che le misure diventano fuori luogo, i prezzi possono aumentare, la gente può fare a meno di quel prodotto se non le conviene comprarlo. Tutto un campionario di scuse, pretesti e chiacchiere: l'importante è che il danneggiato non sia io.

Che non debba rinunciare al mio guadagno, che non debba fare la fila per i varchi, che non debba fare il giro largo per andare al lavoro, che non debba rimetterci dei soldi, che non debba rischiare il mio consenso politico, a seconda delle situazioni. Ma mentre per certi aspetti, si rivedono tanti piccoli "Alberto Sordi" alle prese con l'emergenza (rivedete ad esempio il film "Tutti a casa") che alla fine ci fanno sorridere, lo sciacallaggio dei prezzi al dettaglio mette davvero rabbia perché scortica la carne viva del ceto debole (e non).
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Fuori programma al Palasalute: vaccinati gli agenti della Polizia Locale Fuori programma al Palasalute: vaccinati gli agenti della Polizia Locale La prima dose questa mattina nella hub vaccinale di Trani
Via Lagalante dopo le 18 presidiata e deserta e movida indisturbata nel resto di Trani: forse qualcosa non funziona Via Lagalante dopo le 18 presidiata e deserta e movida indisturbata nel resto di Trani: forse qualcosa non funziona Una domenica tra strade immobilizzate e folle da Ferragosto ovunque
Covid, il bollettino di oggi: contagi in aumento nella Bat Covid, il bollettino di oggi: contagi in aumento nella Bat Ma nessun decesso ieri nella nostra provincia
Covid: «Gli operatori dell'informazione rientrino nel piano vaccinale» Covid: «Gli operatori dell'informazione rientrino nel piano vaccinale» La richiesta alla Regione da parte dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia
Covid: chiuso fino a venerdì il plesso primaria Papa Giovanni XXIII di via Stendardi Covid: chiuso fino a venerdì il plesso primaria Papa Giovanni XXIII di via Stendardi Per lavori straordinari di sanificazione igienica e misure igieniche di prevenzione
Vaccino Covid: sospese le prenotazioni nelle farmacie Vaccino Covid: sospese le prenotazioni nelle farmacie Insufficienti i siti individuati nella Bat e in numerosi Comuni della Puglia
Vaccini Covid: a Trani il punto vaccinale è l'ex Ospedaletto Vaccini Covid: a Trani il punto vaccinale è l'ex Ospedaletto Nessuna "primula" a Trani, dal 22 sarà attivo il servizio nella vecchia struttura.
Covid: la Scuola Gustina Rocca domani chiusa per sanificazione Covid: la Scuola Gustina Rocca domani chiusa per sanificazione Un caso registrato interrompe per un giorno la didattica in presenza
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.