Tennis

Benvenuti a Trani, la città del tennis

Presentati gli Internazionali. Il russo Andreev l’uomo da battere

Presentazione ufficiale al Tortuga per gli Internazionali di tennis Città di Trani (già Tranicup). Undicesima edizione ricca di novità, a partire dall'organizzazione che lo Sporting club ha inteso affidare alla Wave prodcutions di Enzo Ormas per tre anni a partire da questo. «Il nostro obiettivo – dice Ormas – è di far uscire il torneo dalla dimensione di un evento da circolo e di avvicinare la città al tennis e viceversa. Nulla è stato affidato al caso, abbiamo curato tutti i dettagli, sia tecnici che organizzativi. Riteniamo di aver fatto un buon lavoro, adesso attendiamo il responso pratico». Più sostanza e meno fronzoli, con una grande serata evento organizzata sulla terrazza del Maré resort: il player's party diventerà un momento importante per far apprezzare Trani a tutti i partecipanti ed agli sponsor che, col loro contributo, hanno permesso la realizzazione del torneo.



La parte tecnica degli Internazionali è stata affidata ad Andrea Roselli, che torna direttore del torneo dopo tre anni. Roselli ha ringraziato per l'opportunità il presidente del circolo, Vincenzo Operamolla e sottolinea la caratura del main draw, straordinario se rapportato al montepremi in palio. «Abbiamo due giocatori che sono tra i primi cento della classifica Atp, il russo Andreev e l'australiano Luczak. Non solo: il cut off chiude molto basso con lo spagnolo Rossello che è il 238mo in classifica. Il tabellone è degno di tornei molto più ricchi del nostro. Se consentite, è un merito che ritengo vada riconosciuto a chi si è prodigato per offrire alla città una vetrina internazionale di primo livello».



Roselli spera nell'exploit di un italiano. Fra gli azzurri in gara, si spera nel buon risultato di Volandri, vincitore nel 2004 e finalista lo scorso anno. In rampa di lancio anche Lorenzi, fresco vincitore del challenger di Rimini. Entrambi però dovranno superare ostacoli davvero insidioso: oltre a Andreev e Luczak, bisognerà tener d'occhio la pattuglia iberica, sempre competitiva sulla terra rossa ed il plurititolato Gaudio (vincitore del Rolland Garros del 2004) che a Trani cerca riscatto. Qualche sorpresa potrebbe giungere dalle wild card. Finora ne è stata assegnata una soltanto, per l'italiano Matteo Trevisan. Le altre si conosceranno a breve e saranno quasi certamente destinate a giovane leve del tennis italiano.



Gli Internazionali di tennis partiranno il 7 agosto e si concluderanno il 15. A contribuire all'evento anche le Istituzioni del territorio. Nicola Lapi, assessore allo sport del Comune di Trani, ha formulato i suoi auguri: «Siamo convinti che la competizione avrà un seguito importante di spettatori. Da parte nostra ci siamo impegnati affinché il torneo mantenesse una natura pubblica e gratuita. La gente si divertirà, ne sono convinto». Alla presentazione hanno partecipato l'assessore regionale allo sport, Maria Campese ed il presidente del consiglio provinciale Luigi Riserbato: «Il mio plauso – ha detto Riserbato – va a chi è riuscito ad organizzare un torneo così oneroso nonostante mille difficoltà. La provincia non si è sottratta ed ha fatto la sua parte, credendo fermamente nell'iniziativa. Auguro agli Internazionali di tennis di crescere di pari passo all'Ente che rappresento».



Le foto di Sergio Tatulli

GALLERIA FOTOGRAFICA

Questa la composizione del tabellone principale: Jorge Aguilar (Chi), Igor Andreev (Rus), Ruben Bemelmans (Bel), Pedro Clar Rossello (Esp), Victor Crivoi (Rou), Steve Darcis (Bel), Alessio Di Mauro (Ita), Reda El Amrani (Mar), Stefano Galvani (Ita), Faston Gaudio (Arg), Jesse Huta Galung (Ned), Filip Krajinovic (Srb), Paolo Lorenzi (Ita), Peter Luczak (Aus), Rui Machado (Por), Alberto Martin (Esp), Lamine Ouahab (Alg), Benoit Paire (Fra), Albert Ramos Vinolas (Esp), Simone Vagnozzi (Ita), Santiago Ventura (Esp), Filippo Volandri (Ita).
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.