Calcio

Calcio: domenica c'è Trani-Corato

Parla il portiere Amoruso che sogna una personalissima vendetta

Quando sente parlare del Corato, Leo Amourso si mette un pò sulla difensiva. Lo scorso anno, a gennaio, fu sfortunato protagonista della partita: sotto una pioggia battente e con un campo quasi allagato, il portiere tranese commise due errori ravvicinati che costarono al Trani la vittoria e una delle ultime chance per agguantare il treno play off. Colpa del terreno o della poca tranquillità di quel periodo (era d'attualità l'alternanza fra i pali con Damato) Amoruso non nasconde di aver sofferto e molto per quella prestazione, una delle poche sbagliate l'anno scorso. Quest'anno il 20enne portiere tranese ha messo da parte incertezze ed esitazioni, stupendo per continuità di rendimento e maturità. Solo quattro gol subiti in questo avvio di stagione, tante buone parate e una conferma, quella che il Trani ha fatto bene a continuare a puntare su di lui. Domani però Amoruso è atteso alla prova del nove, proprio contro il Corato. Aldilà degli spettri del passato fa più paura il presente, ovvero quell'attacco stellare che il portiere, insieme, alla sua difesa, dovrà cercare di arginare. Musti, Borrelli, Tritta, Leonetti, Torre: tante vecchie conoscenze tutte in un colpo solo. «Sappiamo che sarà difficile contenere la forza d'urto del Corato - spiega il portiere - ma finora ci siamo comportati abbastanza bene nella fase difensiva. Dovremo tenere gli occhi aperti per 90 e passa minuti. Io, personalmente, non vedo l'ora di entrare in campo per cancellare gli errori del campionato scorso. Ho un conto in sospeso con il Corato: è giunta l'ora di saldarlo». Amoruso indica anche la strada per tentare di sgambettare la capolista: «La loro forza è anche il loro punto debole. Il Corato gioca in maniera molto offensiva e si scopre parecchio. Quasi tutti gli attaccanti sono poco inclini nel ripiegare, se riuscissimo a sfruttare a dovere le ripartenze potremmo giocare un brutto scherzo ai nostri ex compagni».
Biagio Fanelli junior
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.