Tari
Tari
Politica

Agevolazioni Tari, verranno accolte anche le richieste con Isee corrente

L'emendamento della consigliera Capone per ampliare la fascia degli aventi diritto

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Con l'emendamento proposto dalla consigliera Luciana Capone (e condiviso in aula da tutta la maggioranza di centrosinistra) sono state apportate alcune importanti modifiche al regolamento della Tari. In particolare, attraverso l'emendamento, si è ritenuto opportuno aggiungere al provvedimento la possibilità di accesso alle agevolazioni anche da parte di quei cittadini che ne hanno i requisiti in base all'ISEE corrente, oltre a quelli già previsti in base all'ISEE ordinario.

"Questa modifica – spiega la consigliera Capone – amplia notevolmente la platea degli aventi diritto alle agevolazioni in quanto, in base all'ISEE ordinario, i requisiti necessari sarebbero stati valutati relativamente alla situazione economica e patrimoniale del biennio precedente. Con l'aggiunta dell'ISEE corrente, invece, i requisiti di ammissione alle agevolazioni possono essere valutati in base alla situazione attuale del contribuente. Si tratta, dunque, di una integrazione importante, grazie alla quale potranno beneficiare delle agevolazioni, a titolo d'esempio, anche quei cittadini che avevano un reddito nel 2016 ma che, successivamente, hanno visto peggiorare la propria situazione economica".

Luciana Capone spiega anche il senso dell'emendamento relativo alle agevolazioni previste per i commercianti che intendono munirsi di sistema di videosorveglianza. "Sono state dette delle cose inesatte. L'emendamento proposto ed approvato, anche in questo caso, aveva il fine di estendere la possibilità di accesso all'agevolazione. E' stata cassata dal provvedimento la parte che prevedeva l'obbligo per i commercianti di avere il dispositivo di videosorveglianza in contatto diretto, via Internet, con altre centrali di controllo del territorio. Quest'obbligo ci è parso particolarmente gravoso dal punto di vista economico. Si è allora pensato di eliminarlo, lasciando invariate le agevolazioni per chi semplicemente installa impianti di videosorveglianza presso le proprie attività".
  • Tari
Altri contenuti a tema
1 Tari, prorogata la scadenza della prima rata Tari, prorogata la scadenza della prima rata Il pagamento della tassa dei rifiuti entro il 30 settembre 2020
1 Ricalcolo e adeguamento della Tari, ora è possibile scaricare la domanda Ricalcolo e adeguamento della Tari, ora è possibile scaricare la domanda Il candidato sindaco Laurora comunica modalità e informazioni
Tari, Unibat: «Agevolazioni anche per le imprese di Trani in difficoltà» Tari, Unibat: «Agevolazioni anche per le imprese di Trani in difficoltà» Montaruli invita il Comune ad una modifica regolamentare
Agevolazioni Tari 2020, c'è tempo fino al 28 febbraio per presentare domanda Agevolazioni Tari 2020, c'è tempo fino al 28 febbraio per presentare domanda Riduzioni ed esenzioni per famiglie a basso reddito
Riduzione tariffe Tari, soddisfatte le associazioni di categoria Riduzione tariffe Tari, soddisfatte le associazioni di categoria Ed aggiungono: «Auspichiamo che dal 1° Luglio 2019 parta la raccolta differenziata porta a porta»
Irpef e Tari, il Consiglio comunale di Trani approva la riduzione delle aliquote Irpef e Tari, il Consiglio comunale di Trani approva la riduzione delle aliquote Il sindaco Bottaro: «Una bella pagina di storia politica cittadina»
A proposito di Tari, Fratelli d'Italia: «Nulla ci viene detto sul nuovo contratto di servizio tra Comune e Amiu» A proposito di Tari, Fratelli d'Italia: «Nulla ci viene detto sul nuovo contratto di servizio tra Comune e Amiu» Il partito tranese: «Nessuna risposta precisa su trasporti, parcheggi, piano delle coste ed altro»
Tari in diminuzione: dopo l'aumento ed il tetto massimo, peggio non poteva andare Tari in diminuzione: dopo l'aumento ed il tetto massimo, peggio non poteva andare Ma è otto in pagella. Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.