Bottaro
Bottaro
Cronaca

Coronavirus, nuova stretta sulla ristorazione: chiusura dei locali alle 21, con tavoli alle 24

Bottaro: «Tolleranza minima. Dobbiamo evitare quello che sta accadendo nelle altre Regioni»

Sono 33 i cittadini tranesi attualmente positivi al Covid-19: di questi 22 sono i pazienti guariti dall'inizio della seconda ondata ossia d'agosto ad oggi, 11 nelle ultime ore. A farlo sapere è il sindaco Amedeo Bottaro al termine di una riunione con il Prefetto del Bat e i sindaci dei Comuni della sesta provincia per stabilire linee guida uguali per tutte le città.

Tutti i locali che fanno ristorazione potranno rimanere aperti sino alle ore 21 se non hanno posti a sedere, sino alle 24 in caso contrario. "Dopo le 24 - specifica Bottaro - la tolleranza sarà minima: 15 - 20 minuti massimo, dopo di che dovranno chiudere e uscire tutti altrimenti scatteranno le sanzioni".

I locali che invece hanno posti a sedere potranno svolgere la loro attività oltre le ore 21 solo ed esclusivamente per chi è seduto al tavolo: "Non consentiremo la somministrazione al banco ma sarà consentito solo l'asporto che dovrà essere fatto solo ed esclusivamente allontanandosi quindi senza la consumazione nel locale né tanto meno nelle adiacenze".

Ancora: h24. Chiusura alle ore 20: "Gli h24 che hanno il gestore che può di fatto garantire la sua presenza potrà allungare di un'ora, sino alle 21. Dopo di che si deve uniformare alla disposizione dettata dal Dpcm".

Problema del trasporto extraurbano. "Abbiamo verificato queste esigenze che ci sono state evidenziate da molti di voi cittadini, soprattutto dai pendolari che si recano nelle città limitrofe con i pullman dell'Stp: è evidente che il problema esiste lì dove aspettiamo dalla Regione si stanziano le somme messe a disposizione dal Governo che consentireanno di acquisire di nuovi mezzi aggiuntivi rispetto a quelli previsti dal contratto di servizio".

"Dobbiamo evitare quello che sta accadendo nelle altre Regioni - ha infine concluso Bottaro. Noi dobbiamo essere i più bravi nel rispettare queste poche ma chiare regole".
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.