Raccolta differenziata alluminio
Raccolta differenziata alluminio
Associazioni

«Ecopunto in affanno per colpa dell'Amiu»

L'associazione Pertini critica l’atteggiamento dell'ex municipalizzata. «A Trani, sulla problematica dei rifiuti, il cittadino viene bastonato due volte»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
«A Trani, sulla problematica dei rifiuti, il cittadino viene bastonato due volte. Da una parte si aumenta la relativa tassa e dall'altra si impedisce il decollo di un progetto a costo zero per le casse comunali che porta addirittura guadagni al tranese». La segreteria dell'associazione Sandro Pertini (formata da Nicola Cuccovillo, Giuseppe Di Cugno e Vittorio Salvagno) denuncia non solo l'aumento del 25% della Tarsu ma soprattutto la scarsa sensibilità dell'Amiu nel dar seguito al progetto dell'Ecopunto, portato avanti da un privato nell'ambito dell'incremento della raccolta differenziata e che, secondo l'associazione, a causa dell'immobilismo dell'azienda produce danni diretti anche ai cittadini.

«Il progetto – scrivono i tre componenti dell'associazione - è conservato nel cassetto da ben 9 mesi nonostante abbia costo zero per le casse comunali e per l'Amiu e nonostante dia diritto ad un rimborso ai cittadini. L'Ecopunto nasce con la finalità di educare il cittadino alla raccolta differenziata, di contribuire ad aumentare la percentuale che ad oggi è molto bassa, di premiare il cittadino con un contributo economico a fronte della sua capacità di differenziare la carta, la plastica, i cartoni e l'alluminio e il ferro. L'amministrazione e l'Amiu, invece, sono diventati campioni di intoppi e stanno affossando l'iniziativa».

«L'Ecopunto - dicono Cuccovillo, Di Cugno e Salvagno - necessita di un rapporto diretto per il ritiro con l'azienda che, per concessione del Comune, ha la delega per riscuotere la premialità messe a disposizione dal Conai. Questo a Trani è difficile. Ad oggi la raccolta differenziata è attestata dal 13% al 16% di cui i due terzi è rappresentato dal rifiuto umido. Da qui si evince che il cartone, la carta, la plastica e l' alluminio vanno in altri circuiti che non contribuiscono a far crescere la differenziata. Pertanto il cittadino è penalizzato, poichè non ha nè il ristoro economico che l'Ecopunto gli riconoscerebbe, nè la riduzione della Tarsu».

L'Ecopunto già esistente a Trani, senza battage pubblicitario, dal giorno dell'apertura (il 6 ottobre) vanta oltre 220 iscritti che hanno portato oltre 140 chili di cartone, oltre 160 chili di carta e più di 50 chili di plastica. «Non riusciamo a comprendere – conclude l'associazione – il motivo di questo ostruzionismo. Perchè uccidere nella culla una lodevole iniziativa, utile non solo economicamente ma che fa bene anche all'ambiente e quindi alla salute di noi cittadini?».
  • Amiu Trani
  • Raccolta differenziata
  • Associazione Sandro Pertini
Altri contenuti a tema
Amiu, giovedì notte nuova disinfestazione a Trani Amiu, giovedì notte nuova disinfestazione a Trani Il trattamento dalle 3 alle 7
Amiu, approvato il bilancio del 2019 con un utile di oltre 125 mila euro Amiu, approvato il bilancio del 2019 con un utile di oltre 125 mila euro Bottaro: «Orgogliosi di averla rilanciata come un’azienda leader nel settore dei servizi»
Amiu, la prossima notte nuova disinfestazione adulticida Amiu, la prossima notte nuova disinfestazione adulticida Intervento dalle 3 alle 7
Raccolta differenziata "porta a porta", facilitatori ambientali a lavoro per distribuire i kit Raccolta differenziata "porta a porta", facilitatori ambientali a lavoro per distribuire i kit I tranesi rispetteranno tutte le regole?
4 Quel sorteggio che ci piace. Laddove possibile... Quel sorteggio che ci piace. Laddove possibile... Amiu e Amministrazione celebrano la trasparenza
1 Amiu, mercoledì prossimo nuova disinfestazione a Trani Amiu, mercoledì prossimo nuova disinfestazione a Trani Il trattamento con finalità adulticida
Isola ecologica, Amiu risponde alle accuse della consigliera Barresi Isola ecologica, Amiu risponde alle accuse della consigliera Barresi L'amministratore unico Nacci chiarisce a suon di leggi del settore
1 Cattiva gestione dell’isola ecologica, botta e risposta tra Barresi e Nacci Cattiva gestione dell’isola ecologica, botta e risposta tra Barresi e Nacci La consigliera: «Il trasbordo su gomma avviene quotidianamente»
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.