Chico Forti
Chico Forti
Vita di città

Giustizia per Chico Forti, anche Trani a sostegno dell'italiano condannato di omicidio negli Stati Uniti

In città spuntano diversi cartelloni per sensibilizzare l'opinione pubblica

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Anche Trani ha deciso di abbracciare la campagna promossa dall'"L'Onda di Chico", un movimento nato per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla vicenda giudiziaria che ha coinvolto Enrico "Chico" Forti, l'italiano detenuto negli stati Uniti da oltre 20 anni e condannato all'ergastolo con l'accusa di omicidio. Nelle ultime ore, in alcune vie della città (come corso Imbriani) sono comparsi dei cartelloni a sostegno del noto velista trentino, su cui compaiano le scritte "Giustizia per Chico Forti" seguito dall'hashtag #londadichico.

Nel febbraio del 1998 Dale Pike, figlio di Anthony Pike, dal quale Chico stava acquistando il Pikes Hotel, a Ibiza, viene trovato assassinato sulla spiaggia di Sewer Beach, Miami il 15 febbraio. Chico viene accusato di essere parte in questo felony murder, un omicidio commesso durante l'esecuzione di un crimine (truffa in questo caso, dato che l'accusa aveva posto come movente dell'omicidio una truffa di Forti ai danni di Pike padre); nel 2000 viene condannato all'ergastolo senza la possibilità di "rilascio sulla parola". Attualmente sta scontando la pena al Dade Correctional Institution di Florida City vicino Miami. Chico Forti dichiara di essere vittima di un errore giudiziario.

Molte personalità dello spettacolo tra cui Fiorello, Jovanotti e Red Ronnie si sono uniti ad un movimento di opinione per chiedere la revisione del processo.

Attualmente il legale difensore di Chico Forti è l'avvocato newyorkese Joe Tacopina. Nel sistema giudiziario statunitense la richiesta di un nuovo processo può avvenire solo presentando prove sconosciute e non conoscibili all'epoca del dibattimento, e in grado di modificare l'esito dello stesso. Tutte le prove che sono passate, o sarebbero potute passare, davanti ad una corte sono quindi inammissibili.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.