Scuola e Lavoro

La legge 488 per lo sviluppo delle imprese

Mercoledì 30 novembre un convegno al Museo Diocesano

Con il Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Bari e del Comune di Trani, L'API B.A.T., associazione delle Piccole e Medie Industrie della Provincia Barletta-Andria-Trani, con la collaborazione della L.A.C.L. (Libera Associazione dei Consulenti del Lavoro) organizza mercoledì 30 novembre alle 15,30, un Convegno al Museo Diocesano avente come tema il seguente oggetto "Legge 488/92 - principali novità".

Alle 15.30 il sindaco Giuseppe Tarantini aprirà la discussione. Di seguito interverranno Sandro Frisullo (vice presidente e assessore alle attività produttive della Regione Puglia), Gianna Mastrini (assessore alle attività produttive della Provincia di Bari), Cristofaro Perilli (presidente Confai Puglia), Emanuele Micunco (presidente Giovani Industriali Confai Puglia), Giuseppe Angelo Dalena (presidente API B.A.T.), Angela Eugenia Losito (presidente L.A.C.L.). Modererà i lavori Franco Lella, editorialista "La Gazzetta dell'Economia".

Interverranno Antonio Vella (del servizio interventi L. 488/92 e programmazione negoziata Medio Credito centrale SpA Capitalia gruppo bancario), Francesco Acito (area credito Banca di Roma - Capitalia Gruppo Bancario), Michele Dituri (project manager area finanza agevolata Gruppo Soges), Marzia Loprieno (responsabile divisione manutenzione Consorzio Cesag), Carlo D'Amelio (area progettazione Consorzio Cesag). Concluderà i lavori Claudio Sinisi, vice presidente API B.A.T.

L'API B.A.T. con questa iniziativa, oltre a presentare in modo dettagliato le ultime novità, intende, attraverso il dibattito tra le pubbliche e medie imprese e autorevoli refernti/interlocutori, rispondere ai quesiti degli imprenditori in merito a dubbi sull'operatività della legge 488/92.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.