Garante diritti detenuti
Garante diritti detenuti
Enti locali

Trani avrà il suo Garante dei diritti per detenuti: pubblicato l'avviso pubblico

Candidature entro il 5 marzo

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Il Comune di Trani eleggerà il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Nella sezione Bandi di concorso è stato pubblicato oggi l'avviso per l'individuazione del profilo idoneo a ricoprire questo ruolo, nel rispetto della tipologia di persone che possono ricoprire tale funzione (persone competenti ed esperte nel campo delle scienze giuridiche, dei diritti umani, dell'amministrazione penitenziaria e con conoscenza, documentata, della realtà carceraria). La scadenza dei termini per le candidature è fissata al 5 marzo.

L'avviso pubblico è stato presentato in mattinata all'interno del carcere femminile. La scelta di questo luogo dalla forte valenza simbolica è stata determinata dalla volontà dell'amministrazione di sensibilizzare la comunità locale sul tema della umanizzazione e della finalità rieducativa della pena. Trani si accinge ad essere la seconda città pugliese ad eleggere il garante.

Al garante dei diritti dei detenuti sono attribuite funzioni di: osservazione e vigilanza diretta; di promozione di opportunità di partecipazione alla vita civile ed alla fruizione dei servizi comunali delle persone private della libertà personale (con particolare riferimento ai diritti fondamentali, al lavoro, alla formazione, alla cultura, all'assistenza, alla tutela della salute, allo sport); di promozione di iniziative e momenti di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti umani dei detenuti e sul tema dell'umanizzazione della pena detentiva; di promozione di iniziative congiunte con altri soggetti pubblici e con l'associazionismo locale.

Ecco il link per accedere alla consultazione dell'avviso.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.